Proteggere i bambini dal porno online

no-porn

Se siete genitori di bambini o adolescenti/pre-adolescenti sapete bene la pericolosità che si può celare dietro Internet, un posto dove si trova facilmente di tutto.

In particolare occorre prestare attenzione alla pornografia online, direttamente o indirettamente (es. tramite link o popup pubblicitare) non è difficile incappare in questi siti. Fortunatamente esistono dei metodi per bloccare abbastanza facilmente ed efficacemente questo tipo di contenuti e consentire ai vostri figli di navigare in sicurezza.

Protezione a basso livello – DNS

il DNS (Domain Name System) è un sistema utilizzato per la risoluzione di nomi dei nodi della rete (in inglese host) in indirizzi IP e viceversa.
OpenDNS offre un servizio tramite iscrizione gratuita che filtra in automatico siti per adulti.

Filtro tramite file hosts

il file hosts è un file presente nei sistemi operativi che permette di “mappare” gli indirizzi web con gli indirizzi IP. Tramite questo file è anche possibile redirigere un qualsiasi sito verso l’indirizzo locale (127.0.0.1) in modo da bloccarne l’accesso.
E’ possibile editare a mano il file (in Windows si trova sotto Windows\System32\Drivers\etc; occorre aprire il file hosts, che non ha estensione, con un editor, anche il semplice Notepad).
Il sito HostsFile.org fornisce un file hosts già pronto e periodicamente aggiornato con inclusi molti siti di adulti bloccati. E’ sufficiente sostituire il file presente nel sistema operativo con questo, oppure copiandone il contenuto tramite editor.

Software gratuiti per filtro siti

Tra questi meritano senz’altro di essere citati K9 Web Protection, Kurupira WebFilter e Web Patrol Free; tutti e 3 per sistema operativo Windows (il primo ha anche versioni per Android e iOS).

Per una maggior protezione nulla vieta di usare questi 3 metodi insieme, visto che agiscono su diversi “livelli”, non vanno in conflitto tra di loro.

Sicuramente sono ottime soluzioni che i genitori possono adottare ed essere più sicuri quando i propri figli vanno su Internet.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *