La storia di Belle Knox, pornostar per scelta e necessità

Belle Knox

Recentemente ha avuto grande risalto la notizia di Miriam Weeks, il suo “crimine”, se così si può definire, è quello di fare l’attrice porno per pagarsi l’alta retta universitaria.

La ragazza quando è rientrata al college dopo le vacanze natalizie ha trovato i suoi social (Facebook e Twitter) pieni di richieste di amicizia da parte maschile.

Poi ha scoperto che la sua identità segreta su Internet (conosciuta con il nome d’arte Belle Knox) è stata rivelata da uno studente che l’ha vista online.

E’ stata vittima di bullismo e molestie e anche ricevuto minacce di violenza e morte. E’ circolata anche una campagna online chiedendo che venga espulsa dalla Duke University per salvaguardare l’immagine ed il nome dell’università.

Miriam ha difeso la propria decisione di fare l’attrice in film per adulti per finanziare la propria educazione e ha aggiunto che non avendo la possibilità di pagare 60000$ di tasse universitarie ha trovato questo modo per liberarsi del debito e facendo qualcosa che assolutamente ama.

Allora una domanda nasce spontanea: in un Paese sviluppato e civilizzato come gli Stati Uniti una pornostar ha il diritto di poter ricevere l’educazione universitaria?

Miriam ha puntato il dito contro l’ipocrisia della società, in un Paese dove c’è alto consumo di porno essere un’attrice hard è considerato vergognoso ed immorale.

Ironicamente lo studente che ha scoperto i filmati della ragazza spende 1000$ al mese per abbonamento a sito porno.

C’è chi sostiene che la ragazza avrebbe potuto pagare le tasse in altro modo (tramite aiuti nel college, ecc…)

Allora forse il punto è un altro, perché “condannare” una ragazza che ha deciso di fare questa scelta e ne è contenta aldilà di poter far fronte alla retta universitaria?

Il sesso è sempre stato considerato come una cosa positiva per i maschi, ad esempio un uomo che ha molte avventure sessuali viene spesso considerato come un playboy mentre una donna viene etichettata come immorale e depravata.

Sebbene Miriam Weeks ha deciso di non ritornare al college per via delle minacce di violenza, stupro e anche di morte ha deciso che proseguirà il suo percorso di studi.

E voi cosa ne pensate e da che parte state?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *