Il coming out di pornostar ai propri famigliari

adult movies

Essere sorpresi dai propri genitori a guardare film hard può essere un momento molto imbarazzante ma immaginare di dovergli dire che si è protagonisti è tutt’altra cosa!

Vox ha raccolto le testimonianze di diversi porno attori/attrici che hanno raccontato le reazioni dei propri genitori al loro coming out.

Jiz Lee
è una delle poche persone dell’industria hard la cui identità sessuale non è ne maschile ne femminile. Attrice/attore e produttrice/produttore di oltre 200 progetti e direttrice/direttore per Pink & White Productions.
Tratto dalla sua intervista: “Il coming out come queer non è stato molto tranquillo, ero esitante di raccontare del porno e lo sono stato/a riguardo la mia identità sessuale. Ero preoccupato/a che non mi avrebbero accettato/a per qualche ragione: che non sono normale, che commetto peccati, che qualcuno si approfittava di me, che mi era successo qualcosa quand’ero giovane ed infine che ciò mi avrebbe reso la vita più difficile e pericolosa.
Mio fratello è stato uno dei primi a saperlo. Per lui non c’erano problemi e ha anche preso in considerazione l’idea di lavorare nel campo grafico video. Mia madre e mia nonna sono molto religiose. Mia nonna pensa che io sia una specie di rockstar e mia madre mi ha sorpreso/a quando mi ha detto che un buon cristiano non giudica e sembra che io sia in salute e felice.
La mia famiglia è sempre stata trasparente riguardo i loro sentimenti, rispettosi delle mie decisioni e, la cosa più importante, aperti ad ascoltare.”

Farrell Timlake (nome sul set Tim Lake)
è un ex attore porno e regista, ha comprato Homegrown Video, la prima azienda a commercializzare porno amatoriale fatto in casa. E’ entrato nell’AVN Hall of Fame nel 2009 e l’azienda ha vinto ben 11 AVN Awards.
Tratto dalla sua intervista: ho detto a mia madre al telefono: “Mamma devo dirti una cosa: faccio porno, sono stato colto in flagrante per marijuana e mia moglie è incinta”.
Dopo una lunga pausa ha risposto: “Sue è incinta?”
Ci sono voluti altri 2 giorni prima che mi chiedesse del porno e della marijuana. Dopo qualche mese se ne vantava con i suoi amici e un anno dopo è stata la sola investitrice ad aiutarmi a comprare Homegrown Video per salvarla dalla bancarotta.
Mio fratello invece non approvava ma poi ho iniziato a fare soldi, d’improvviso l’offerta di aiutarmi a mandare avanti un’azienda porno non sembrava così brutta.”

Shy Love (nome di nascita Sheelagh Blumberg)
è una ex attrice, produttrice e agente di talento, è stata inclusa nella AVN Hall of Fame lo scorso anno.
E’ fondatrice di Money Love Success, un’azienda che offre seminari e servizi di consulenza riguardo piani finanziari, incontri e altro. E’ anche autrice di 3 libri: How to Land a Rich Man, How to Catch a Kitten, e How to Make Money in Adult Entertainment.
Tratto dalla sua intervista: “Mia madre lo ha scoperto tramite pubblicità e magazine, ero una ragazza di Hustler.
La sua reazione è stata: Sei già stata al college, sei molto istruita. Se è quello che desideri fare voglio essere certa che lo fai in sicurezza.”
“Sono ebrea ma mio padre è cristiano e mi ha detto: Dio non perdona mai riguardo queste cose. E la mia risposta è stata: hai fatto cose ben peggiori nella tua vita. Non commetto adulterio e non faccio male a nessuno.”

Michael Lucas
attore, regista e produttore e fondatore della Lucas Entertainment, una delle più grandi aziende di produzioni gay al mondo. E’ 4 volte vincitore GayVN Award e nel 2009 è entrato a fare parte del GayVN Hall of Fame.
Tratto dalla sua intervista: “Ho detto a mia madre che ho sempre voluto fare qualcosa di fronte alle telecamere, ma Hollywood non ha mai chiamato. Ma ho avuto l’opportunità di far parte del business dell’eros. E mia madre ha detto: Anche porno?” ed io ho risposto: “si faccio porno”.
Ho studiato legge all’università a Mosca e naturalmente i miei genitori avrebbero preferito fossi avvocato ma hanno anche capito le circostanze che mi hanno fatto lasciare la Russia, che non avevo soldi per studiare e che avevo bisogno di soldi.”

Buck Angel
attore, regista e produttore, fondatore della casa di produzione Buck Angel Entertainment. Ha vinto il Transsexual Performer of the Year agli AVN Awards del 2007.
Tratto dalla sua intervista: “Naturalmente mia moglie lo sapeva in quanto mi ha aiutato. Non l’ho detto subito alla mia famiglia sia per via del marchio sia perché ero incerto riguardo la loro reazione. Mia sorella maggiore è un ufficiale del dipartimento di polizia di Los Angeles ed estremamente conservativa ma è stata anche molto d’aiuto. Siccome venivo da brutte esperienze riguardo transessualità e dipendenza dalla droga sono stati contenti nel vedermi avere successo.”

Stoya
attrice hard ed in procinto di dirigere il suo primo film. Ha vinto 3 AVN awards ed è anche una scrittrice freelancer.
Tratto dalla sua intervista: “I miei genitori hanno avuto reazioni differenti ma il pensiero di entrambi è stato: sei nostra figlia, ti amiamo. Ti droghi? Sei costretta a fare porno? No? Allora è ok.
Ricordo mia madre aver detto: pensavo che fare le cose che volevi potevano darti responsabilità ma non c’è niente di responsabile nel mostrare i tuoi capezzoli di fronte alla telecamera.
Mio padre sembrava avere una reazione di malessere ma si mostrava anche genuinamente interessato di come la mia vita e carriera stavano andando, allo stesso tempo non voleva sapere alcun dettaglio.”

Madison Young
attrice e regista hard, fondatrice del Femina Potens Art Gallery, una galleria d’arte a San Francisco che espone lavori di donne, trans e queer.
Tratto dalla sua intervista: “Ho sempre avuto la filosofia ‘rivelare tutto, avere paura di niente’. Sono arrivata all’industria per adulti iniziando a documentare la mia vita sessuale e l’espressione del piacere femminile senza vergogna. Se nascondevo ciò alla mia famiglia o amici avrei continuato a trasmettere quella sensazione di vergogna che esiste nella nostra società. La mia famiglia è piuttosto conservativa e vive nell’Ohio del sud ma sono diventati più aperti mentalmente nell’ultimo decennio.
Ho un fratello che ha pensato che la cosa fosse fantastica fino a chiedermi gli autografi delle pornostar.
La mia famiglia è molto religiosa e quando ho compiuto 18 anni e detto che ero lesbica ho avuto la maggior parte delle conversazioni dove mi hanno detto che andavo al diavolo.”

Danny Wylde (nome di nascita Christopher Zeischegg)
è un ex attore porno, ha recentemente lasciato l’industria dell’hard e ora lavora per Stockroom.com, il più grande produttore di materiale bondage al mondo.
Tratto dalla sua intervista: “Veramente non ho deciso di raccontarlo ai miei genitori fino a quando non ho conosciuto la mia ragazza sul set. E quando è diventata una relazione seria ho pensato di doverlo dire ai miei genitori in quanto se la volevo presentare le avrebbero potuto chiedere cosa facesse.
Così ho chiamato mia madre al telefono. Non era felice a riguardo ma ha pensato che fosse la voglia di esplorazione di cui avevo bisogno in quel momento. Non credo pensasse che ciò si sarebbe trasformato in carriera. La risposta di mio padre è stata molto più piatta e non ho saputo ciò che pensasse per molti anni. Penso che fosse più focalizzato a pensare riguardo i rischi per la salute. Abbiamo ancora un buon rapporto.
Credo che la peggior cosa che i miei fratelli mi avrebbero detto fosse stato: ‘stavo vedendo del porno e non mi sarei mai aspettato di vederti’. Una delle mie sorelle è lesbica, non credo che guardi porno etero.”

Jessica Drake
attrice e regista e vincitrice di 9 AVN Awards, è entrata negli Halls of Fame AVN e X-Rated Critics Organization. Ospita la serie video di educazione sessuale Jessica Drake’s Guide to Wicked Sex.
Tratto dalla sua intervista: “Non sono mai stata vicina a mia madre e lo ha raccontato a mio padre nel peggior modo possibile: ha inviato mie foto mentre facevo sesso.
Quando era il momento di parlarne con mio padre non ha voluto discutere dei particolari per ovvie ragioni (e neanche io volevo) ma mi ha detto che fino a che ero felice ed era una cosa sicura mi amava e supportava.”

Joanna Angel
attrice hard, regista e produttrice. Fondatrice della casa di produzione Burning Angel e vincitrice di 8 AVN Awards.
Tratto dalla sua intervista: “Quando l’ho raccontato erano scioccati, come si poteva immaginare. Quale genitore direbbe: fammi vedere!
Mio padre in modo severo mi ha detto che non importava quanto ciò mi mi faceva fare soldi ma di finire il college. Ha detto di farlo per lui visto che ha pagato il college per 4 anni. E così l’ho finito.
Sapevo anche che una volta fatto coming out non potevo più chiedere soldi. Sono stati sempre molto generosi a riguardo. So che questo lusso era finito e ci è voluto un po’ di tempo per guadagnare con la mia azienda.
Posso parlarne con mio padre, non parliamo delle mie scene, non è appropriato.
Sono una persona molto normale al di fuori del lavoro e sono discreta. Se vado ad un evento di famiglia non parlo delle gang bang.
Ci sono molte persone religiose nella famiglia di mia madre ma non posso vivere la mia vita in modo differente perché c’è uno zio da qualche parte in Israele che non approva ciò che faccio.”

Chanel Preston
attrice hard e proprietaria di Naked With Chanel, serie web di educazione sessuale. E’ stata Penthouse Pet Marzo 2012 e ha vinto gli AVN Award 2014 come Most Outrageous Sex Scene.
Tratto dalla sua intervista: “Penso che mia madre era un po’ disgustata da ciò e mio padre era molto calmo in quanto sono sicura lo ha trovato molto imbarazzante. Entrambi erano un po’ preoccupati ma sanno sono un’adulta e posso scegliere cosa fare con la mia vita.”

Lisa Daniels
attrice hard colombiana.
Tratto dalla sua intervista: “Sono sempre stata molto vicina ai miei ma sfortunatamente ci siamo allontanati quando sono entrata nell’industria del porno. Poi mio padre e mia madre si sono riavvicinati e hanno supportato la mia decisione. Sono passati 9 anni e il rapporto con la mia famiglia è iniziato ad andare sempre meglio.”

Jesse Flores
attrice hard e per 5 volte in nomination come Transsexual Performer of the Year agli AVN Awards.
Tratto dalla sua intervista: “Racconto ai miei genitori dei premi e nominations e a mia madre piace la parte di moda del lavoro. Gli mostro le foto dal mio sito web, solo quelle vestite ed in topless naturalmente.”

Tasha Reign
attrice hard e regista. E’ stata Penthouse Pet Maggio 2011 ed è apparsa molte volte in Playboy. Nel 2012 ha fondato la sua casa di produzione, Reign Productions.
Tratto dalla sua intervista: “Ho detto a mia madre stavo facendo più cose come quelle di Penthouse, che era un modo soft per dire porno. Mia mamma alle volte mi supportava, altre meno. Credo facesse del suo meglio ed è tutto ciò che posso chiedere a chiunque, cercare di capire. Mia sorella minore era arrabbiata e lo è ancora, mia sorella maggiore mi supporta appieno. Uno dei miei fratelli se ne vergognava molto e l’altro mi accettava per quello com’ero.

Rispondi