Intervista esclusiva a Kink

kink

Kink è uno dei più grandi produttori al mondo di porno, in particolare è specializzato in BDSM, gangbang e porno estremo.

Ha diversi “canali” sia etero che gay/lesbo dedicati a BDSM/Bondage, Fetish, Femdom (dominazione femminile), trans.
Inoltre ha un fornito store dove comprare vari sex toys utilizzati nelle produzioni e trasmette anche show webcam live.

1) Sembra che ci sia un aumento dell’interesse verso il porno estremo, perché le persone amano cose sempre più spinte?

Come tutti i nostri gusti la sessualità umana è incredibilmente varia. Credo che nel decennio passato le persone sono diventate più propense ad esplorare la sessualità nelle loro vite così come online. Per anni parlare di sesso è stato come un tabù o si è pensato che esisteva un solo modo di fare sesso o che il sesso era pericoloso. Penso che con internet abbiamo favorito le discussioni riguardo la sessualità e le persone si sono mostrate interessate nell’esplorare temi erotici come la dominazione e sottomissione in luoghi sicuri.

2) Kink produce una varietà di porno estremo, ci sono dei generi “più richiesti”?

Abbiamo oltre venti siti e ognuno ha i suoi fan, dal bondage di base al sesso con le macchine. Ma spesso le persone hanno più interesse nelle cose che sono più difficilmente realizzabili nelle loro vite personali. Per esempio con il nostro sito The Upper Floor, come posto viene rappresentato ciò che potrebbe essere il salotto dell’aristocrazia britannica del diciannovesimo secolo, completo di domestici e padroni. E’ quasi una Downton Abbey BDSM. E’ estremamente popolare.

3) Le scene sono girate principalmente nel palazzo di Kink? Nelle scene in posti pubblici (come sexy shop, bar ecc…) c’è un pubblico, per esempio nei video di Public Disgrace, le persone sono invitate a partecipare o il pubblico è occasionale?

Dipende dalla scenda, dal produttore e ciò che si vuole. Chiunque interagisce con attori/attrici in una scena in posto pubblico deve aver fatto test per malattie sessualmente trasmissibili e deve essere pre-approvato dall’attore/attrice. Comunque, se l’attore/attrice lo permette, altre persone del pubblico possono vedere o sculacciare o interagire in modi non sessuali. Spesso, per gli spettatori, può sembrare incredibilmente caotico e incontrollabile. In realtà sono scene altamente preparate.

4) Alcune persone accusano che nel porno si finga, nei video di Kink le sensazioni (orgasmi, panico…) sono vere?

Lavoriamo con performer per avere risposte vere, perché un orgasmo finto si vede. Lavoriamo con performer per scoprire quali sono le loro fantasie e vedere cosa gli piace fare di più per essere sicuri che ciò che facciamo è reale. Riguardo il dolore, lavoriamo con i performer per vedere quale intensità stabilire. Il porno è una fantasia ma non significa finzione. Ciò che si vede a video è certamente disegnato per stimolare la fantasia ma si tratta comunque di emozioni e risposte fisiche reali.

5) Quali sono i requesiti per essere una modella/o?

Vogliamo performer che sono eccitati di girare per Kink.com e che vogliono esplorare la loro sessualità. Vogliamo essere più trasparenti possibili e abbiamo costruito un’intera sezione del sito per le persone interessate a girare con noi.

http://www.kink.com/page/become-a-model

6) Ci sono persone interessate ad entrare nel mondo del porno e girare per voi? Perché vogliono lavorare con Kink?

Dovresti chiederlo a loro! Ma, principalmente, i nuovi performer si rivolgono a noi perché sono curiosi e vogliono esplorare diverse sfacettature della loro sessualità in un posto sicuro.

7) Le modelle conoscono ogni cosa prima di girare le scene? Sono libere di agire in qualche modo o devono necessariamente seguire le direttive dei registi?

Qualsiasi cosa nella scena è controllata dal performer. Prima di girare ricevono una lunga lista di qualsiasi cosa potrebbe accadere nella scena: dal bacio e tenere per i capelli al sesso anale. Ci dicono cosa vorrebbero e non vorrebbero fare e la scena è costruita intorno a questo. Alcune volte scrivono loro stessi le scene. Se un/una performer vuole fermare la scena lo può fare in qualsiasi momento e viene comunque pagato/a. Il consenso è tutto per noi. Abbiamo costruito tutto in un modello di diritti in continua evoluzione.

http://www.kinkclassic.com/k/model_rights.jsp?c=1

8) Avete mai avuto l’idea di produrre altro tipo di porno estremo? (esempio scat, sex toys particolari come falli di animali, ecc…)

Non pensiamo necessariamente alla sessualità come qualcosa di estremo. Per noi ed i nostri fan è un’attività naturale e di piacere. Ma non vogliamo girare niente di illegale.

9) Come si comporta Kink con la pirateria online?

Certamente andiamo contro chi pirata i video ma in maggioranza siamo focalizzati a creare esperienze incredibili per i nostri membri. Abbiamo creato prodotti che non possono essere piratati. Cose come webcam live, eventi, workshop e tour di Armory. Abbiamo aperto un bar, l’Armory Club, tra la strada del castello e abbiamo lanciato lo Kink Store (http://store.kink.com) dove le persone possono comprare i sex toys che vedono nei video.

10) Potete fornire alcune statistiche riguardo Kink? (esempio quanti membri, età e sesso e quanti sono italiani)

Siamo il più grande produttore al mondo riguardo il genere BDSM e abbiamo oltre 130 impiegati. Abbiamo girato oltre 10000 scene da quando l’azienda è stata fondata nel 1997. Sebbene non forniamo numeri specifici riguardo gli abbonati o il guadagno posso dire che l’Italia è uno dei mercati più grandi al mondo per i nostri film.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *