Intervista con la porno attrice Mary Rider

Mary_Rider

1) Quando e come ti sei avvicinata al mondo dell’hard?

E’ stata una coincidenza di fortunosi eventi davvero non prevista. Frequentavo da poco ma con passione l’ambiente dello scambismo e un’amica mi ha chiesto di aiutarla con la sua casa di produzione appena avviata…

2) Ti sei subito sentita a tuo agio davanti alle telecamere?

Sono esibizionista per natura. Ero già stata davanti alle videocamere in altre occasioni, come ospite di talkshow o presentatrice di programmi televisivi ma ritrovarmici in altra veste, anzi senza veste, è stato un ulteriore stimolo a tirar fuori il meglio di me.

3) Com’è il rapporto con il pubblico/fans?

Sono molto socievole e mi piace dedicare tempo ed attenzione con chi mi segue e mi ammira. Purtroppo il tempo a disposizione è sempre troppo poco. Non è poi meglio un incontro faccia a faccia? Vi aspetto tutti alle serate dove sono ospite. Quest’anno il mio calendario di eventi sarà molto ricco, tra fiere internazionali, serate piccanti e roventi ospitate!

4) Dov’è possibile rimanere aggiornati riguardo i tuoi appuntamenti e produzioni? (es. sito web, profili social)

Mary Rider Official Website è online nella sua nuova veste “esplosiva”. Il sito è in continuo aggiornamento nella sezione video, foto, blog ed appuntamenti.
Ma ci sono anche i social network: la pagina Facebook MARY RIDER ed il profilo Twitter MaryTheRider. Su Instagram mi potete trovare come maryrider_spicylab.

5) Ti capita di avere preferenze nei set? (registi/attori)

Sempre. Preferisco lavorare con persone pulite, educate e professionali che hanno rispetto dell’impegno e della passione dei colleghi. Solo quando c’è intesa e sintonia si riesce a creare un prodotto che, seppur effimero, trasmette il desiderio ed il piacere. Mi è capitato di recente sul set della coproduzione SpicyLab e Xtime per la regia di Francesco Mozart: avere accanto professionisti del calibro di Francesca Di Caprio, Nando Colelli, Capitano Eric, Fausto Moreno è stato formativo ed coinvolgente.

6) Come ti prepari prima di iniziare a girare una scena? C’è sempre un copione o c’è libertà di azione? Ti è mai capitato di rifiutare qualcosa?

La preparazione è differente e varia a seconda del prodotto e della sua destinazione. Nella maggior parte dei casi è sufficiente un abito sexy, della biancheria provocante ed un paio di scarpe molto alte. Ma sono stata coinvolta anche in progetti d’autore dove acconciatura, trucco, abbigliamento e postura sono fondamentali: è il caso dell’ultimo film a cui ho partecipato. Un evento TOP SECRET d’autore di un genere ancora poco conosciuto in Italia.

7) Provi sempre piacere fisico o capita anche di fingere per esigenza?

Il piacere è alla base dell’innesco. Ed è il motivo per cui ho scelto questa strada. Fare sesso mi piace, mi diverte, mi eccita e mi coinvolge. Po ci sono i diversi livelli del piacere e del coinvolgimento sessuale che variano a seconda del partner e della circostanza. Per fortuna fino ad oggi non ho mai avuto bisogno di fingere!

8) C’è chi accusa che nel porno c’è sempre meno passione e professionalità e che tutto viene realizzato in ottica commerciale (- tempo di realizzazione, – costi, + guadagno), sei d’accordo?

Di cosa stiamo parlando? E chi lo dice? Sono finiti i tempi degli ingaggi milionari per le pornostar. O di stratosferici guadagni per i produttori. I costi sono sempre più alti, la tassazione non favorevole, i tempi di realizzazione serrati come una corsa contro il tempo per produrre tanto subito e meglio degli altri. Chi fa porno oggi lo fa per passione e piacere. Solo chi persevera con convinzione riesce a cogliere il frutto del proprio impegno. Proprio come in tutti gli altri lavori.

9) Secondo te è uno stereotipo dire che il porno viene “consumato” principalmente dagli uomini o piace anche alle donne?

Il porno è fatto di stereotipi. Chi lo fruisce ha bisogno di costruirsi il proprio ideale di uomo, donna e scopata-tipo. Un video porno è per lo più fruito da un pubblico maschile ma sono molte le donne, soprattutto all’estero, che si avvicinano a questo mondo con curiosità e desiderio. Fanno domande a me, per sapere quanto mi piace… fanno domande ai miei partner, con la voglia di essere al mio posto…. Esattamente come fanno gli uomini. Finalmente un po’ di pari opportunità!

10) Sei etero o bisex? Cosa preferisci dell’uno e dell’altro sesso?

Sono etero con inclinazioni bisex. Mi eccita ed avviluppa lo scambio di attenzioni con una donna, che anzi mi eccita e stuzzica quando affondo il volto tra i suoi seni o ne palpeggio il culo sodo, mentre la sua lingua bagna la mia intimità pronta per accogliere un grosso fallo.

11) Qual è la cosa più trasgressiva che hai fatto?

Io non faccio cose trasgressive. Non trasgredisco alcuna regola ne legge. Ogni mio gesto o scelta sono compiuti nel rispetto di me stessa e degli altri…. ma soprattutto in nome del divertimento e del piacere di tutti. Vogliamo chiamarla trasgressione? Allora la mia “carriera” nel porno è cominciata trasgredendo: quando sono stata catapultata sul palco di una fiera internazionale in occasione del mio primo spettacolo; o quando ho giocato in 6 contro 50 sul mio primo vero set porno per la regia di Rocco Siffredi ed in collaborazione con Valentina Nappi…

12) Hai qualche tabù? Se si quali?

Non credo di avere tabù o inibizioni. Ci sono le cose che mi piacciono, e che quindi faccio. E quelle che non mi piacciono, ed evito di conseguenza

13) Hai fantasie sessuali ancora non realizzate?

Una gang in black! Dieci maschioni muscolosi ed abbronzati, ma soprattutto ben dotati, su di un divano di pelle bianca

14) C’è qualche episodio particolare/divertente capitato durante il tuo lavoro?

L’ultimo in ordine cronologico è accaduto mentre inauguravo il nuovo canale PORNDOE “MinchiaCheCulo” con le mie prestazioni… da lato B. Padrino e regista della nuova serie, il regista Roby Bianchi ha escogitato il coupe de theatre che avrebbe reso la scena diversa da una solita DP: la scritta “MinchiaCheCulo” disegnata sul mio Lato B con pennarelli indelebili rossi e neri. Ehm… di sicuro la scritta rimarrà indelebile, nella mente dei miei fans e sul divano di pelle bianca nello studio di Roby!

15) Sex toys: ti piace usarli? Ce n’è qualcuno che preferisci?

Sono il mio intrattenimento preferito quando sono sola, ma non mi dispiacciono nemmeno durante il rapporto di coppia. Amplificano il piacere anche nell’intimità. Il mio vibratore preferito l’ho chiamato elefantino rampante: la proboscide fucsia mi sfiora freneticamente il clitoride regalandomi intense ondate di piacere.

16) Quante volte pensi al sesso e lo fai al giorno?

Al sesso penso continuamente. Ricevo input e stimoli continui durante il giorno, sia quando sono in ufficio che, soprattutto, su un set. La frequenza minima è almeno una volta al giorno. Gli orgasmi sono molti di più.

17) Spesso si pensa che il lavoro in questo settore equivalga a maggior parte a divertimento, è vero?

Il lavoro in qualsiasi settore dovrebbe essere innanzitutto un’occupazione da svolgere in modo piacevole. Divertimento è un’altra cosa, che preferisco riservare a momenti post lavorativi, quando tutti assieme si festeggia per la buona riuscita di un lavoro o per l’avvio di un progetto.

18) Hai qualche feticcio?

Un enorme fallo nero.

19) Oggi ci sono tante giovani promettenti performer hard italiane, ciò può essere dovuto anche alla crisi economica? Cosa ti sentiresti di dire a chi è tentata di intraprendere questa carriera?

La quantità non significa necessariamente qualità. La democratizzazione di internet ha aperto a tutte le donne la possibilità di sperimentarsi con un ambiente che però non tutte sono in grado di affrontare e che tante confondono con altri tipi di attività. Attrice hard, live performer ed Escort sono tre figure professionali diverse che in Italia tendono ad essere confuse.

20) Quali sono i tuoi prossimi progetti? A livello professionale ma anche personale che aspirazioni hai?

Le persone passano, le idee ed i progetti restano. Mi sono affacciata a questo mondo da meno di tre anni ma credo e spero di poter lasciare una traccia del mio passaggio grazie a SpicyLab, il laboratorio di sperimentazione erotica che è associazione culturale, produzione hard, un portale di contenuti originali autoprodotti e un gruppo di professionisti ospite di fiere erotiche internazionali.
Progetti?
Come associazione lo scorso anno ho riprodotto in rosa la partita di beneficenza della Hot Star Team realizzata da Claudio Arciola, e vedere in campo porno e sexy star contro le fotomodelle ha avuto un grosso riscontro di pubblico e di stampa. L’idea è piaciuta e qualcuno sta pensando di replicarla. Gli faccio i miei migliori auguri, perchè la solidarietà non ha bandiere ne appartenenze.
Vorrà dire che mi concentrerò di più sull’evento internazionale del SEB 206 a Barcellona, dove Mary Rider e SpicyLab saranno nuovamente gli ospiti internazionali d’eccellenza. E sulla fitta collaborazione con il portale Xtime.tv, dove da aprile SpicyLab ha un apposito canale dedicato, oltre che una assidua coproduzione.
Ambizioni e progetti personali? Da settembre girerò nuovamente all’estero… Budapest, Praga, Barcellona…
Il mio sogno è tornare alle Mauritius. Progetto calendarizzato a Febbraio!

Infine un piccolo “gioco”: ecco un elenco delle pratiche/esperienze sessuali, puoi rispondere se le hai fatte oppure no o se le desidereresti provare.

Partecipato a gangbang: si

Partecipato ad orgia con uomini e donne insieme: si

Ricevuto/ingoiato più venute di sperma allo stesso tempo: no

Doppia penetrazione: si

Bondage / sadomaso: no

Sesso con trans: no

Dominare una donna: no, non mi eccitano le pratiche di dominazione o sottomssione

Dominare un uomo: si

Essere dominata da una donna: no

Essere dominata da un uomo: no

Pissing (ricevuto e/o praticato attivamente): no

Fisting (ricevuto e/o praticato attivamente): praticato

Sesso in pubblico: si, stuzzicante

Fare sesso con persona mai conosciute prima / non averlo programmato: si

Sesso interracial: si, il mio feticcio

Parafilie (es. zoofilia): no

Sesso con qualcuno/a molto maturo/a: si

Sesso con qualcuno/a molto più giovane: si

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *