Salta al contenuto

Breve trattato sulla capacità eccitante del pelo

Carissimi lettori, carissime lettrici

L’amica pornostar Ines Di Leo, “cultrice del pelo nero”, mi ha dato l’assists per fare alcune riflessioni di brassiana memoria, sulla capacità eccitante e sull’alto valore erotico del pelo “meglio se nero” che contorna la parte intima e le ascelle di una donna.

Orbene, chi s’intende di erotismo o di porno-sofia “filosofia del porno”; che, ricordo essere lo stadio superiore dell’eros, sa benissimo che il pelo, è sinonimo d’erotismo ed eccitazione, di sesso grezzo e non va mai tagliato. Esso, accende l’eccitazione e stimola la libido in un uomo, portandolo al settimo cielo e facendogli raggiungere orgasmi stratosferici.

Chi sostiene la teoria depilatoria, spacciandola per una questione d’igiene, sbaglia; in quanto, è una teoria inventata dal politicamente corretto; per il semplice motivo che per i radical chic e i falsi puritani, il pelo delle parti intime e delle ascelle in una donna, è sinonimo di sporcizia intima;  “falso mito sfatato”.

Le donne, m’insegnano che l’igiene intima, si ottiene lavandosi ogni giorno, con acqua e sapone o, usando detergenti dedicati.

Morale della favola: “il pelo delle parti intime, va trattato e mai tagliato” Tinto Brass, insegna.

Ergo: “meglio una passera rasata, che una patata depilata”.

Collabora anche tu con The Red Lips!

Registrati sul sito ed effettua il login, potrai inviare allo staff le tue confessioni, fantasie, racconti erotici e recensioni di sex toys!
Per saperne di più visita la pagina "Il progetto" o contattaci tramite l'apposito form.
Published inConfessioni erotiche
1 1 vote
Voti articolo
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments