Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


Dolore e piacere
#1
Questo è un breve racconto genere sadomaso che narra la particolare notte passata da Dario a casa di Jenny.

Dario ha conosciuto Jenny ad un colloquio di lavoro, lei gestisce una ditta di import export.
E' una bella donna matura ed autoritaria, fisicamente alta, capelli lunghi neri, dalle curve generose.
Entrambi sono single e Jenny aveva assunto Dario come magazziniere.
Tutto nacque durante il primo incontro, quando Dario fece il colloquio, l'atmosfera era amichevole, si erano dati subito del tu.
Dopo una serie di domande Jenny gli chiese cosa gli piacesse fare nel tempo libero.
Dario disse: "A me piace essere sempre sincero, sono fatto così, ma poi non so che idea ti farai di me."
Jenny: "Guarda non ti preoccupare, puoi dirmi veramente tutto."
Dario: "Ok, mi piace scrivere dei racconti che poi pubblico online."
Jenny: "Beh è una bella cosa, non vedo cosa ci sia di strano."
Dario: "E' che sono un po' "particolari"."
Jenny incuriosita: "Cioè? Spiegati."
Dario: "Sono dei racconti... erotici, ecco te l'ho detto."
Jenny: "Wow è la prima volta che sento una cosa simile, ma se hai questa vena creativa fai bene a coltivarla, è bello avere delle passioni e non ti giudico di certo per questo!"
E poi aggiunse: "Se non sono troppo indiscreta mi piacerebbe leggerli, poi ti dirò che ne penso."
Dario gli lasciò segnato il sito.

Dopo qualche giorno ritrovandosi entrambi a fare pausa alla macchina del caffé Jenny fece i complimenti a Dario, gli disse che aveva letto quei racconti e li trovava molto interessanti e che aveva molta fantasia.
Aggiunse che anche lei aveva una cosa da dirgli visto il loro rapporto ormai così confidenziale, anche lei aveva una passione abbastanza particolare, nel privato era una mistress e adorava fare giochi sadomaso con maschi suoi schiavetti.
Dario inizialmente rimase sorpreso, finora non aveva mai provato una cosa del genere anche se era sessualmente molto aperto a nuove esperienze.
Jenny gli chiese se avesse voluto provare.
Dario accettò e si diedero appuntamento la sera stessa dopo cena a casa di Jenny.
Jenny si raccomandò con Dario di essere mentalmente e fisicamente pronto a provare del dolore e piacere, questo ed il presentarsi completamente depilato intimamente sia davanti che dietro erano gli unici prerequisiti.
Poi aggiunse: "Fidati, sarà un'esperienza fantastica e sconvolgente."

Dario si presentò puntuale all'appuntamento.
Jenny subito in modo autoritario gli disse che poteva spogliarsi in bagno e fare una doccia, avrebbe trovato anche un clistere da utilizzare, nel frattempo lei si sarebbe cambiata.
Dario si presentò dopo un po' nudo, vide Jenny indossare solo dell'intimo nero, al posto dei normali slip li aveva di plastica e con degli appositi buchi davanti e dietro, inoltre portava dei guanti sempre di plastica.

Fece accomodare Dario su una specie di lettino e gli disse che se fosse stato bravo al termine avrebbe avuto un bel premio.
Gli infilò un anello metallico nel pene che era in semi erezione, aveva anche una base per stringere i testicoli, Jenny gli disse: "Ora ti devi rilassare completamente", poi gli spalmò una sostanza fredda sul glande, Jenny disse che era un lubrificante speciale misto ad anestetico.
Dario non proferì parola ma cercava di capire a cosa potesse servire.
Lo scoprì subito.
Jenny prese una specie di sonda metallica fina e lunga che terminava con una capocchia sferica.
Anch'essa era ben lubrificata con lo stesso gel.
Tenendo il pene ben dritto Jenny la inserì lentamente nell'uretra spingendola sempre più in fondo.
Dario lanciava dei brevi urli, sentiva come friggere dentro, una sensazione strana.
Sentì che arrivò fino alla base del pene e Jenny iniziò come una specie di massaggio.
Era una sensazione unica mai provata prima, un piacere intenso mescolato al dolore del "corpo estraneo" dentro il suo pene.
Jenny continuò con quel particolare movimento per diversi minuti, poi estrasse sempre lentamente la sonda.
Dario disse che non aveva mai provato una cosa simile e fu stupito dal fatto che era disponibile a rifarlo.
Jenny disse che non era finita qui, gli avrebbe fatto provare altro di estremamente intenso.
Gli disse di tirare ben su le gambe e appoggiarle ad una sbarra che era sopra di lui, Dario ubbidì.
Jenny cosparse il guanto nero della sua mano destra con abbondante lubrificante ed iniziò dei massaggi nella zona anale per poi penetrarlo con le dita.
Allargò sempre di più l'orifizio e Dario riprese a gemere.
Dario ora era pronto ad essere penetrato.
Prese un grande fallo nero e lo lubrificò, quindi lo spinse ben dentro, iniziò a scopare energicamente lo sfintere di Dario.
Dario godeva sempre di più, anche questa volta la sensazione era particolare, come un lungo infinito orgasmo, con il pene in semierezione.
Jenny dopo un po' sfilò il dildo e disse: "ora te lo sfondo per bene il culetto."
Dario era ben dilatato, Jenny aggiunse ancora del lubrificante nella sua mano e pian piano la fece scivolare ben dentro.
Una volta penetrato a fondo lo fece letteralmente morire di piacere.
Il pene di Dario stava sgocciolando sperma, via via i getti furono più frequenti.
Jenny disse: "ora ti faccio venire" e lo penetrò sempre più energicamente.
Dario lanciò un lungo urlo di piacere che culminò in una copiosa sborrata che gli inondò la pancia.
Jenny gli disse: "Ora da bravo apri per bene la bocca."
Dario ubbidì.
Jenny raccolse accuratamente tutto lo sperma con le dita e le infilò in bocca a Dario ordinandogli di leccare.
Jenny disse: "Sei stato bravo, ti meriti il premio."

Lo fece sdraiare per terra, sopra un tappeto.
Jenny si mise con la fica sopra la sua faccia e gli ordinò di leccare.
Dario era quasi soffocato dalla fregna che spingeva sempre di più su di sui.
Jenny si spostò più avanti, Dario eccitato non si risparmiò e gli leccò per bene anche il buco del culo.
Jenny stava godendo e disse che era bravo a farlo.
Poi lo masturbò per bene utilizzando altro lubrificante, Dario rimase sorpreso di come il cazzo gli diventò duro in poco tempo pur essendo già venuto.
Jenny lo prese cavalcandolo e disse che era lei che si stava scopando lui.
Dario "subiva" quel delizioso godimento.
Jenny poi lo infilò nel suo culo e riprese a scoparlo incitando Dario: "dai vienimi dentro, riempimi!"
Dario dopo poco schizzò nuovamente facendo venire anche Jenny.
Jenny gli disse: "Ora finisci di fare il bravo."
Si mise nuovamente sopra la faccia di Dario e gli ordino di aprire bene la bocca.
Jenny fece uscire il caldo liquido dal culo che scivolò direttamente in gola di Dario, lo ingoiò tutto.

Per Dario fu una serata indimenticabile, aveva provato tante cose nuove e sensazioni uniche, Jenny soddisfatta sorridendo gli disse: "Ti ricordi? Ti avevo detto che sarebbe stata un'esperienza fantastica e sconvolgente, io mantengo sempre le promesse."
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)