Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


E' la mia festa
#1
Jenny quasi stentava a credere, stava finalmente realizzando il suo desiderio proibito con il consenso di Simone, il suo fidanzato, che, "impotente", poteva solo guardare.
Ora si trovava li nel letto di casa sua, completamente nuda, insieme alla sua amica
Gabriella.
Pur essendo la sua prima esperienza di questo tipo Jenny non si sentiva affatto agitata, sarà per il fatto che la complice di questo gioco erotico era la sua amica.
Come da accordi Simone aveva provveduto alla "lista della spesa", comprando i vari sex toys scelti dalle due ragazze per il loro piacere.
Precisamente nelle confezioni ancora integre si trovavano un vibratore dalla doppia funzione per la stimolazione clitoride e punto G, un dildo dalle dimensioni super e un butt plug.
Simone inizialmente era super eccitato dall'idea di poter assistere a quel gioco, ben presto si rese conto che il patto fatto con la sua fidanzata era più una specie di "tortura" per lui.
Poter solo assistere come uno spettatore alle performances saffiche che la sua ragazza si apprestava a compiere insieme alla sua amica, tra l'altro una gran bonazza.

Tutto ebbe inizio qualche settimana prima quando Jenny si era vista con Gabriella per un aperitivo dopo una giornata di lavoro.
Complice l'ottimo vino i drink erano stati più di uno.
Più l'alcol scorreva più le ragazze ridevano e scherzavano.
Si era fatto tardi e decisero di rientrare a casa.
Jenny salì sulla macchina di Gabriella per essere riaccompagnata a casa, appena chiusero le porte si guardarono e avvicinandosi si baciarono, fu come una cosa istintiva da parte di entrambe.
Fu un lungo bacio appassionato, carico di voglia.
Jenny e Gabriella accennarono un sorriso d'intesa, il lieve imbarazzo iniziale scomparve quando Gabriella parlò per prima: "Wow, è stato proprio bello!"
Jenny: "Si pure per me Gabry, una sensazione strana ma bella".
Gabriella: "Ma tu hai mai provato qualcosa?"
Jenny confidò di no ma che questa cosa aveva stuzzicato la sua fantasia e curiosità.
Gabriella disse: "Jenny pure a me veramente..." poi ridendo aggiunse: "Si potrebbe provare a fare l'amore noi due!"
Jenny si avvicinò di nuovo con la bocca alle labbra di Gabriella: "Mi voglio accertare che quello che ho provato non è solo dovuto all'alcol..."
Le due ragazze si scambiarono un intenso sguardo e si baciarono nuovamente con la lingua.
"Mmm perché no?" disse Jenny.
Poi aggiunse: "Però non lo voglio far di nascosto dal mio ragazzo, noi ci diciamo sempre tutto".
Gabriella: "Lo capisco e spero tanto accetterà".
Jenny: "Sono quasi sicura di si, anzi come prova d'amore voglio sia il mio regalo per la festa della donna".
Gabriella: "E se accetta ma ti chiede di voler partecipare?"
Jenny: "No, deve essere un momento solo tra noi. Gli posso concedere al massimo solo di guardare, sempre che a te vada bene."

Gabriella rispose ok e le due ragazze rientrarono a casa.
Quella stessa sera Jenny confessò a Simone il fatto accaduto e la conversazione avuta con la sua amica.
Simone in un primo momento non volle credere alla cosa, pensava fosse uno scherzo.
Ma quando Jenny lo disse in modo serio rimase sorpreso.
Poi con occhi da cerbiatta disse: "Dai amore, visto che siamo vicini, che ne dici come
"regalo" per l'8 Marzo?"
"Un regalo alquanto originale!" esclamò Simone.
"Beh per ringraziarti se vuoi puoi essere presente anche tu, a Gabriella non fa problemi"
Questa frase fece illuminare Simone che con faccia da birbante chiese: "E anche partecipare!"
"Eh no non ci provare carino!" disse Jenny.
"Beh quando può ricapitare un'occasione simile nella vita?" Pensò tra se e se Simone.
Jenny aggiunse che non voleva nascondere niente, il loro rapporto è stato sempre aperto e sincero e che ciò non avrebbe intaccato il loro amore.
Era semplicemente un'esperienza che voleva provare e che se Simone gli avesse dato il suo supporto ne sarebbe stata molto felice.
Simone accettò, in quel momento non provava ne gelosia ne rabbia, non si sentiva tradito, e poi era con un'altra donna, un'amica che già conosceva.
Magari chissà se li per li ci poteva anche scappare qualcosa.

Jenny entusiasta comunicò la bella notizia a Gabriella.
Le due si scambiarono una serie di messaggi.
"Tu hai anche qualche giocattolino da poter usare?" Scrisse Gabriella aggiungendo una serie di emoticon.
"No ma potrebbe essere eccitante! Visto che ci siamo lo dico a Simo, è giusto andare fino in fondo ahah".
L'idea fece ancor più fantasticare Simone che anzi si propose per comprare personalmente i sex toys.

Finalmente arrivò il "gran" giorno, erano tutti e tre emozionati per la situazione.
Simone era seduto comodo su un puff ad osservare la sua fidanzata e Gabriella completamente nude prese a scambiarsi tenere effusioni.
Le due ragazze erano talmente prese che si dimenticarono della sua presenza.
Iniziarono a strusciare i loro corpi e baciarsi in bocca, sul collo.
Gabriella scese fino ai seni, i capezzoli erano così turgidi sentendoli con la punta della lingua, Jenny emise un gemito.
Si soffermò diversi minuti ad esplorare quel seno bello tondo e tosto.
"Quanto mi fai bagnare Gabry" disse Jenny con un filo di voce.
"Allora voglio sentirla" rispose lei con sguardo voglioso.
Gabriella si diresse più in basso, vedeva il ventre di Jenny abbassarsi e alzarsi per i profondi respiri.
Era arrivata al punto, aveva di fronte a se quella fica ben curata della sua amica.
La assaggiò, Jenny gemette ancora.
Le due non persero mai contatto con gli occhi.
Gabriella continuò a leccare sempre più vogliosamente ed impazziva nel vedere le espressioni di godimento sul volto di Jenny.
"Oh si ancora Gabry!" disse lei con voce calda.
Non era la prima volta che Gabriella assaggiava il nettare femminile.
Quando si masturbava adorava leccare le dita intrise dei suoi umori, ora era anche più eccitante, sentirli direttamente dalla fica della sua amica.
Ad un certo punto Simone che si stava godendo il fantastico spettacolo lesbo disse:

"Cavolo però fa caldissimo, posso almeno mettermi comodo?"
"Poverino, grondi di sudore amore" disse Genny al suo ragazzo, Gabriella sorridendo disse:

"Scommetto siamo noi che ti facciamo venire caldo!"
Le due ragazze acconsentirono.
Simone si spogliò rimanendo in slip, si vedevano diverse chiazze, per il grande eccitamento li aveva bagnate con gocce di sperma, il cazzo ben eretto quasi esplodeva dentro gli slip.
Ma le due ragazze si erano appena scaldate, "Dai divertiamoci!" disse Jenny indicando i sex toys. Li aprirono, odoravano di nuovo.
Jenny si mise sopra a Gabriella a 69.
Ora anche lei poteva scoprire quel nuovo piacere di leccare una donna.
Lo fece proprio avendo di fronte Simone che guardava sempre più voglioso.
Gabriella intanto prese il rabbit e iniziò a giocarci sulla fica di Jenny che grondava.
"Ahhh godo Gabry!" urlò.
Jenny prese il gran dildo e lo infilò dentro la fica ormai larga e bagnata di Gabriella, anche lei iniziò a godere senza ritegno.
Entrambe si lasciarono andare ad un piacere sfrenato venendo diverse volte, non lo avevano mai provato prima.
Intanto Simone si era tolto gli slip e aveva iniziato a toccarsi, ma le due ragazze non ci fecero molta attenzione.
Il feeling tra loro era completo, cambiarono posizione.
Jenny fece mettere Gabriella a pecora, aveva proprio un gran bel culo sodo.
Gli leccò il buchino e lo penetrò con le dita.
"Ahhh così mi fai morire, è fantastico" disse Gabriella.
Jenny che aveva perso ogni controllo disse: "Si voglio scoparti!"
Prese il butt plug e dopo averlo ben bagnato con la sua saliva lo poggiò sull'orifizio di

Gabriella che aspettava solo di sentirlo dentro.
Poi la penetrò e con sensuali e decisi movimenti fece gemere ancora Gabriella.
Di fronte a quella scena Simone sbottò: "Non ce la faccio più, sto quasi per venire ragazze!"
Jenny gli disse di avvicinarsi, lo voleva sentire.
Appena prese in mano il membro duro come il marmo Simone iniziò a schizzare sul corpo di Jenny e sul letto.
Gabriella sentendo scorrere il butt plug e allo stesso tempo masturbandosi disse a Jenny: "sto per venire ancora!"
E così fu, il letto era un lago di piaceri femminili.
Simone disse che era la cosa più eccitante a cui aveva assistito e chiese: "Lo rifarete si?"
"Ti è piaciuto eh!" disse Jenny e poi rivolgendosi verso la sua amica disse che aveva goduto da matti, "io pure tanto! E' stata un'esperienza incredibile, sicuramente da ripetere" disse Gabriella.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)