Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


Gioco perverso con la coppia matura
#1
Mi chiamo Amelia, sono una giovane ragazza e faccio la escort.
Prendo gli appuntamenti online tramite il mio sito web, tramite social e con vari annunci su appositi siti di incontro.

Un giorno mi arrivò un'email abbastanza particolare:

"Ciao mi chiamo Ettore e sono felicemente sposato con Loretta, siamo una coppia di 65 e 60 anni. Da tempo abbiamo una fantasia in cui una giovane ragazza mi sodomizza e mia moglie guarda eccitata. Ti abbiamo trovata per caso scoprendo il tuo sito web e visto che siamo della stessa città per noi sarebbe perfetto!
Volevamo sapere se potresti essere interessata e quanto vorresti.
L'incontro preferiremmo avvenisse in casa nostra (abbiamo noi i sex toys necessari). Sperando in una tua risposta, ti saluto."

Non l'avevo mai fatto con un uomo così maturo e la proposta mi intrigava, anche per la componente della sodomizzazione e della moglie spettatrice.
Risposi che ero interessata e che potevamo sentirci telefonicamente per i dettagli, lasciai quindi il mio numero di telefono.

Il giorno dopo ricevetti la telefonata, era lui.
Chiesi in cosa consistesse il gioco erotico.
Ettore mi rispose che erano aperti ad ogni sorta di perversione: prendere ordini, pissing, penetrazione anale con i loro sex toys, mano..."

Ero curiosa anch'io di provare questo nuovo tipo di esperienze e dissi che per qualche ora di piacere erano 300 Euro, Ettore accettò con entusiasmo, non vedeva l'ora.
Mi feci dare l'indirizzo e la sera stessa mi recai da loro subito dopo cena.

Lui era il classico uomo con un po' di pancetta, ma era ben curato e profumato, lei dall'aspetto giovanile, sembrava avesse 10 anni di meno.
Entrambi mi fecero i complimenti dicendo che ero davvero molto bella.

Dopo le presentazioni di rito e dopo avermi pagata ci recammo subito nella loro camera, arredata in stile retrò.
Mi immedesimai il più possibile nella parte mostrando autoritarietà.

La moglie si accomodò in una poltroncina li vicino.
Ordinai ad Ettore di spogliarsi completamente e sdraiarsi sul letto, così fece, in silenzio. Dal suo respiro sempre più profondo colsi il suo eccitamento via via crescente.
Mi spogliai rimanendo con il mio intimo sexy nero.
Poi mi misi a cavalcioni con la fica sopra la sua faccia e gli ordinai di leccarmi.
Sentii la sua lingua nelle mie mutandine, che diventavano sempre più bagnate al mio premere sulla sua bocca, quasi lo soffocavo.
Intanto Loretta si era spogliata e aveva iniziato a toccarsi, la sua fica era abbastanza pelosa. Intanto incitava il marito con frasi spinte: "bravo, leccagliela tutta così per bene, falla godere".
Spostai le mutandine ed Ettore continuò a leccarmi divinamente, anche il buco del mio culetto, mi stava facendo proprio godere.
Poi, pensando a quello che mi aveva detto al telefono, gli ordinai di aprire la bocca.
Aprii per bene la mia passera e mi concentrai per fare pipì, lui aspettava voglioso.
Iniziai a farla poco dopo, il caldo nettare giallo riempì la sua bocca, lo trangugiò tutto come un uomo assetato in mezzo ad un arido deserto.
Finì col "pulirmi" la fica leccando le ultime gocce rimaste ed ebbi un orgasmo incredibile.
Loretta con aria soddisfatta disse: "Bravo così, ti meriti il giusto premio".
Aprì un cassetto e tirò fuori un guanto in lattice, un bel tubetto di lubrificante, cazzi finti di varie dimensioni, il più grosso era largo come una mano e, per finire, un bel strapon.
Gli ordinai di mettersi a pecora, era ben depilato nella zona anale.
Misi una generosa quantità di lubrificante nel fallo più piccolo e lo penetrai, Ettore iniziò a grugnire.
Loretta guardava sempre più eccitata giocava con la sua fica ormai bella bagnata.
Mentre lo penetravo sempre più energicamente mi masturbai.
Il buco del culo di Ettore ormai era ben dilatato ed era pronto ad accogliere un fallo più grande.
Anche questo lo lubrificai un po' e lo spinsi su per il suo culetto, entrò facilmente.
Lo penetrai in profondità ed i suoi grugniti si trasformarono in acuti gemiti.
Era eccitante vedere come godeva grazie al grande fallo finto mentre il suo pene rimaneva moscio.
Loretta mi incitava dicendo: "sfondalo il porco!".
Decisi poi di indossare lo strapon, il fallo aveva una larga cappella.
Piuttosto che lubrificarlo questa volta ordinai ad Ettore di succhiarlo.
Io e Loretta ci guardammo con complicità mentre godemmo.
Tenevo la testa di Ettore spingendogliela per farglielo prendere fino in fondo, il cazzo finto soffocava i suoi gemiti.
Ero pronta per penetrarlo nuovamente, ormai il grande fallo era ben bagnato della sua saliva, Loretta con voce calda mi disse di scoparlo quanto più potevo.
Così feci, tenendolo per i fianchi, lo penetrai a lungo con movimenti decisi.
Intanto Loretta masturbandosi in modo frenetico ebbe un intenso orgasmo.
Poi li allungò il guanto in lattice, lo indossai e lo lubrificò per bene.
Si rivolse a suo marito e disse: "ora Amelia ti sfonda per bene il culo".
Come con un'intesa implicita tra di loro Ettore si mise con le gambe tirate tutte su, come per fare una capriola all'incontrario, aveva quindi il suo membro flaccido proprio sopra la sua faccia.
Lo penetrai prima con un paio di dita, massaggiando la sua prostata, godendo iniziò a spruzzare gocce di sperma, via via sempre più frequenti, Ettore accoglieva i bianchi fiotti a bocca aperta e li assaporava.
Pian piano entrai completamente con la mano nel suo culetto e lo penetrai con forza, Ettore urlava dal piacere fino a che venne copiosamente, vidi che aveva la bocca piena del suo caldo nettare. Gli ordinai di berla tutta e lui così fece in modo diligente.
Loretta disse che era stato fantastico, lo era stato anche per me, mi ero divertita.
Loro erano molto appagati nell'aver soddisfatto questa fantasia, io ne ero soddisfatta ed in più anch'io avevo goduto molto.
Così ci furono molti altri appuntamenti in cui giocammo in quel modo.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)