Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


Il porno ricatto
#1
Mi chiamo Sofia e spesso mia sorella Simona porta a casa il suo ragazzo che tante volte si ferma anche a dormire.
I miei hanno camera al piano di sotto mentre io e mia sorella in due stanze separate di sopra.

Di recente una notte tardi ho sentito dei rumorini provenienti dalla loro camera così incuriosita mi sono avvicinata alla loro porta, era socchiusa, con l'occhio riuscivo ad intravedere.

I rumori erano distintamente dei gemiti di piacere sia di mia sorella che del suo ragazzo Diego.
Incuriosita ho spiato e visto che stavano facendo sesso alla grande, Diego si stava facendo mia sorella ed entrambi ignari che io ero li a poter sentire e vedere.
Simona era sopra di lui tutta nuda e lo stava cavalcando di gusto!
Nel mentre Diego con le mani toccava tutto il suo bel corpo.

Presa dall'eccitamento della situazione mi infilai una mano dentro il pigiama e poi dentro gli slip ed iniziai a toccarmi.

Dopo un po' mia sorella si tolse da sopra e così vidi il membro di Diego ben in erezione, wow era bello grande e duro!
Simona vogliosa lo prese in bocca e lo succhiò tutto avidamente fino a che Diego non esplose in un forte orgasmo, gli riempì tutta la faccia e bocca con schizzi del suo caldo sperma che lei non sprecò leccando ed ingoiando.

Presa dall'eccitamento me ne ritornai in camera mia, mi spogliai completamente e avevo voglia di godere tanto anche io.

Ero già bagnata e dopo essermi ancora masturbata per un po' avevo voglia di penetrazione, ma non avendo un cazzo vero a disposizione cercai disperatamente un qualcosa di forma fallica intorno a me.

Presi una lampada di quelle che hanno il liquido dentro e fanno luce colorata, era stata accesa fino poco fa. Era ben larga, inoltre la sensazione del caldo che ancora emetteva era molto piacevole.

Me la infilai per bene dentro e iniziai a spingere, godendo anch'io tanto (forse troppo...)
Si perché ad un certo punto si aprì la porta e vidi Diego con una faccia un po' sorpresa.
Mi disse che stava andando al bagno e aveva sentito dei rumori, così era venuto a controllare.
Aggiunse anche che Simona non aveva sentito niente in quanto stava dormendo profondamente.

Vidi che stava avendo un'altra erezione e presa dall'eccitamento e dalla visione di prima continuai a darmi piacere di fronte a lui.

Disse che forse era meglio se andava e io gli risposi che sapevo l'effetto che gli stavo facendo e che in realtà a lui piaceva ma non voleva dirlo. Gli dissi di rimanere li e di assecondarmi altrimenti lo avrei detto a mia sorella.

Diego lo fece, premunendosi di chiudere la porta dietro di se.

Gli dissi di avvicinarsi e di darmi una mano, mentre vedevo dal pacco che stava scoppiando.
Così prese la lampada in mano e continuò a masturbarmi, gli dissi di abbassarsi i pantaloncini del pigiama e tirarsi giù gli slip che volevo vederglielo. Lui obbedì.

Il suo membro era di nuovo durissimo e pronto, glielo toccai insieme alle palle e gli chiesi se gli piaceva.

Con una voce calda e soffocata dal piacere mi disse: "Si Sofia".

Iniziò a godere anche lui e gli dissi di penetrarmi più energicamente e a fondo con la lampada, mentre io stavo giocando con il mio clitoride ero immersa in un piacere intenso.

Lo assaggiai, ne sentii il sapore e la consistenza, Diego aveva proprio un cazzo fantastico, era sprecato essere solo di mia sorella.
Lui cercò di trattenersi per non far sentire e magari svegliare Sofia, anche se vedo stava morendo dal piacere.

Gli dissi di scoparmi più forte e ad un certo punto venni squirtando. Le mie gambe tremarono e inondai il letto dei miei umori.
Diego ne rimase sorpreso ma la cosa lo eccitò ancor più che non resistette e mi venne in bocca. Il suo liquido era caldo e delizioso, anche io lo ingoiai tutto.
Diego si rivestì, poi ci salutammo dandoci la buonanotte.

Quella fu solo la prima notte di tante altre fatte di incontri "clandestini" tra me e lui.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)