Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


Inaspettato gioco a 3 parte 3
#1
Visto che eravamo ancora da soli in giardino cercai di capire da Patrizia le sue sensazioni, lei è mia sorella e ci siamo sempre parlati apertamente, ma questa volta riguardava proprio noi due, mi aveva appena fatto del sesso orale, ed era stato incredibile.

L'ho buttata li e le ho detto che ora mi sentivo meglio e, sorridendo, che se lo avesse saputo mia moglie mi (ci) avrebbe ucciso.
Lei: "Da come mi hai detto non si fa molti scrupoli e non è una santa, quindi non te ne preoccupare Franco.
E poi tranquillo questa cosa resterà tra me e te, e anche di mia figlia ci si può fidare, è adulta e abbiamo un bellissimo rapporto aperto."
Poi ridendo: "l'ho visto che eri bello pieno, quasi mi hai soffocata da quanta ne hai fatta!"

Visto che la conversazione era molto tranquilla le dissi quello che avevo provato godendo immensamente e che se non fosse stata mia sorella non mi sarei trattenuto nel farle sapere che ci sapeva fare moltissimo e avrei avuto il pensiero fisso di farci sesso completo.
Lei mi rispose che non la turbava la cosa e che anche a lei era piaciuto molto, siamo un uomo ed una donna ed in quella situazione è scattata la voglia, aldilà del nostro rapporto famigliare.
Poi le dissi: "Ci ha visto pure Manuela, mi aspettavo una reazione diversa da lei, insomma vedere la propria mamma che..."
E lei: "Lo so che forse sei sorpreso, Manuela è come me, siamo molto aperte in quel senso..." E poi sorridendo: "Vedi hai scoperto una parte di me che non conoscevi ancora!"

La conversazione fu interrotta da Manuela che ci raggiunse, sembrava sfinita!
Poi andammo a fare spesa al supermercato, alla sera sarebbero stati ospiti a cena una coppia amica di Patrizia.

Dentro al supermercato, quando Patrizia era lontana, Manuela non resistette nel chiedermi com'era andata.
Visto che avevo ormai inquadrato com'era le risposi: "curiosona che sei! Comunque si devo dire che è stato fantastico, ho goduto tanto, scusami te lo devo dire anche se è tua madre."
E lei: "ma figurati, ho visto come si da da fare, non ho problemi nel dirti che mia madre è una gran porca ecco, anche se è tua sorella, accettalo." E poi ridendo maliziosamente: "avrai capito che siamo uguali..."

Finimmo di fare la spesa e tornammo a casa, Manuela aiutò la madre a preparare la doccia, mentre io, stanco, mi feci una bella doccia.
Era l'ultima sera che avrei passato li, il mattino seguente sarei partito per tornare a casa da mia moglie.

Sentii bussare alla porta del bagno, io ero già sotto la doccia.
Era Manuela che doveva urgentemente entrare a prendere un flacone.
Le dissi ok, ma mi girai verso il muro, il box doccia era trasparente.

Lei appena mi vide si mise a ridere e mi disse: "che fai ora ti vergogni di me zio? Dopo quello che è successo."
Le risposi divertito che effettivamente aveva ragione e mi girai.
Immancabilmente notò la mia erezione e commentò che ero proprio un bel voglioso.
Poi aggiunse: "Si però non è giusto solo mia madre..."
Rimasi stupito e lei con disinvoltura aprì il box doccia, si inchinò davanti al mio membro durissimo e lo prese tutto in bocca.
Le chiesi che stesse facendo, ma lei continuò imperterrita.
Persi ogni inibizione anch'io e iniziai a godere.
Tale madre, tale figlia, nel senso che anche lei aveva la dote naturale di saperlo fare bene.
Ovviamente non lo dissi ma lo pensai.

Probabilmente non mi accorsi di godere troppo forte e vidi apparire mia sorella.
Cercai di dirle qualcosa ma ero troppo preso dal piacere.
Con totale indifferenza per quello che stava accadendo di fronte ai suoi occhi mi disse ridendo: "Prima niente, ora tutta questa attività, dai riprendi le energie dopo con una buona cena!"
Urlai solo che stavo venendo e poco dopo esplosi i miei copiosi getti addosso a Manuela, mia sorella guardò con un'aria compiaciuta.
Manuela disse ridendo: "Ora la doccia la devo fare pure io per come mi hai conciata!"
Come se niente fosse Patrizia ci invitò a prepararci in fretta che da li a poco sarebbe arrivata la coppia di amici.
In che genere di gioco perverso ero finito?
Sembrava una situazione surreale ma era tutto vero.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)