Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


Inaspettato gioco a 3 parte 4
#1
La serata trascorse piacevolmente, la coppia di amici di Patrizia era simpatica e molto sociale.
Mi gustai la deliziosa cenetta preparata da mia sorella con l'aiuto di mia nipote ma non riuscivo a non pensare alle incredibili "avventure" sessuali avute con loro.

Mi assentai un attimo per parlare al telefono con mia moglie.
Quando ritornai eravamo arrivati al dolce ed il lui della coppia mi fa: "Franco lo sai che hai proprio una sorella fantastica?"
Io guardando Patrizia negli occhi annuii con un sorrisetto e aggiunsi che sarebbe proprio una donna da sposare.
Manuela intervenne e disse: "ed io, non mi considerate?"
Di nuovo con il mio sorrisetto dissi che in questi giorni avevo avuto modo di approfondire meglio la sua conoscenza e che avevo proprio una nipotina speciale.

Continuammo a chiacchierare a lungo, mia sorella rideva come una pazza, aveva bevuto abbastanza, Manuela ogni tanto mi lanciava occhiate che sembravano dire: "Vedrai questa notte cosa ti aspetta..."

Io avevo buone intenzioni, ovvero andare tranquillamente a dormire per essere ben riposato il mattino, giorno della mia partenza.
Ma le cose non andarono proprio così!

Una volta salutati gli ospiti mia nipote mi invitò ad accompagnare sua madre nella camera da letto visto le sue condizioni.
Dissi ok e le diedi la buonanotte.

Portai mia sorella in camera sua che mi pregò di aiutarla nel svestirsi.
Non mi turbò la cosa e lo feci.
Quando rimase in reggiseno e slip non potei fare a meno di fissare il suo splendido corpo e di pensare a come sarebbe stato a farci del sesso.
Lei se ne accorse e mi chiese a cosa stessi pensando.
Iniziò un "tiramolla" con lei che insisteva e io che le dicevo di non poterglielo assolutamente dire.
Alla fine per terminare la cosa le dissi: "ok te lo dico Patrizia, ma poi sicuramente mi uccidi o chissà cosa penserai".
E lei: "tranquillo Franco, puoi dirmi tutto, siamo tra fratelli!"
Io: "Ecco appunto è proprio questo il problema..."
Lei: "Cioè? Spiegati".
Io: "Ecco insomma... vedendoti così stavo pensando a come sarebbe fare sesso con te, scusami!"
Lei: "Non devi scusarti e non mi scandalizzo, anzi mi fa piacere la tua sincerità, e poi dopo quello che è successo... insomma è naturale" e si mise a ridere.
Io: "Difatti è proprio quello che mi ha fatto partire con la testa".
Lei: "E' lo stesso effetto che ha fatto a me quando ti ho visto nudo masturbarti, non ho resistito Franco..."
Io: "Tranquilla sai che mi è piaciuto tantissimo"
Lei: "E allora perché non proviamo... dai basta parole, facciamolo, ho veramente voglia ora!".

Non ci dicemmo altro, Patrizia iniziò a baciarmi appassionatamente mentre con le mani mi spogliò.
Il mio cuore batteva forte dall'eccitamento, non potevo crederci, io e mia sorella stavamo per farlo!
Le nostre lingue giocavano con vigore mentre ci guardavamo negli occhi carichi di desiderio carnale.
Con voce calda e sensuale mi sussurrò all'orecchio di fargli vedere cosa sapessi fare a letto.
Non me lo feci ripetere due volte, l'erezione era ormai al massimo.
La presi per i polsi e la misi nel letto, con la lingua esplorai il suo collo scendendo fino ai turgidi capezzoli, lei mi implorò di non fermarmi.
Scesi ancora più in giù, le allargai le gambe.
Assaggiai il suo delizioso triangolino, era già carico di umori, era caldo ed aveva un sapore buonissimo.
Le leccai il clitoride e affondai le mie dita dentro, Patrizia ora urlava dal piacere.
Sopraggiunse Manuela che inevitabilmente ci aveva sentiti, entrò in camera e disse: "questa volta però rimango a vedere".
Patrizia era ormai presa, ignorò Manuela e con la voce spezzata dal godimento continuò a ripetermi: "ancora, dai ancora!"
Il mio piacere aumentò ancor più per la sua presenza e per il fatto di essere guardati mentre stavo facendo sesso in quel momento con sua madre, era perverso ed eccitante.
La feci venire leccandola e masturbandola intensamente, i suoi abbondanti fluidi mi bagnarono letteralmente tutta la faccia.

Dopo l'orgasmo Patrizia volette godere ancora, mi disse che voleva sentirmi dentro e stavolta lei mi sbatté nel letto. Si mise sopra di me e prese il mio membro durissimo infilandolo dentro, entrò agevolmente tutto in profondità.
Mi cavalcò forsennatamente e mi leccò la faccia e dentro la bocca assaporando i suoi fluidi, Patrizia mi stava facendo davvero impazzire.
Sentii anche Manuela godere, realizzai che era completamente nuda e si stava masturbando senza ritegno davanti a noi.
Vedere come mia sorella si muoveva sul mio cazzo e Manuela nuda che si stava dando piacere era sublime.
Mia sorella mi confidò che non aveva mai provato sesso anale e ora avrebbe voluto, le dissi ok.
Si mise a pecorina, aveva un culetto proprio invitante.
Manuela continuava a masturbarsi senza sosta e a godere.
Iniziai a leccargli il buchetto e Patrizia disse che era una bella sensazione mai provata, si mise a giocare con il suo clitoride.
Gli infilai prima un dito poi due, bagnate della mia saliva entrarono dolcemente dentro.
Patrizia riprese a godere fino a che il suo buco non "reclamò" il mio cazzo.
La penetrai inizialmente delicatamente, poi con movimenti via via più forti ed in profondità.
Manuela come in estasi da quella visione mi disse che ero fantastico e che scopavo alla grande, si avvicinò come per partecipare.
Si masturbò ancora più "furiosamente" vedendo sua madre che godeva come una matta e alla fine venne.
Mia sorella mi incoraggiò a spingere sempre più e mi chiese di venirgli dentro.
Arrivai anch'io all'apice del piacere e la riempii con il mio caldo nettare.
Sentendomi venire Patrizia godette ancor più fino ad esplodere in un incredibile orgasmo.
Crollai nel letto spossato e sudato vicino a Patrizia.
Manuela disse che finalmente l'avevamo fatto e ringraziò per l'eccitante spettacolo e "condivisione" di quel momento e poi se ne andò.
Patrizia disse che era da tanto che non provava più certi piaceri, che l'avevo fatta godere come non mai e che non si capacitava del fatto che mia moglie avesse un amante quando ha un marito come me.
La ringraziai e le dissi che pure per me era stato fantastico.
Poi ci salutammo dandoci la buonanotte.
La mia vacanza non avrebbe potuto finire in modo migliore!
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)