Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


L'anziana, la badante ed il fruttivendolo parte 2
#1
I giorni seguenti Cecilia assistette a delle vere e proprie performances di sesso.
Antonio e Oana erano sempre più presi da questo gioco erotico.

Nel letto matrimoniale c'era spazio a sufficienza.
In particolare ad Antonio faceva impazzire far godere Oana senza freni avendo li accanto Cecilia che dimostrava di gradire facendo dei commenti.
Una sera erano completamente nudi sul letto, Antonio aveva la testa tra le gambe di Oana e la stava leccando facendola gemere come una cagna in calore, Cecilia disse: "va bene che sono anziana ma non sono di pietra, così fai bagnare pure me! Devo dire sei proprio bravo giovinotto, vero Oana?"
Oana: "Si signora Cecilia sto godendo tanto aaaaah"
Dopo essere venuta Oana ricambiò il godimento facendo un superlativo pompino ad Antonio.
Cecilia era molto presa a guardare con grande eccitazione quella fellatio e quando Antonio inondò di sborra il viso di Oana commentò: "Oh santo cielo quanta!"
E poi aggiunse: "Ti posso chiedere com'è Oana?"
Oana assaporandola ed ingoiandola: "A me personalmente piace signora Cecilia, è molto buona, e poi adoro che ad Antonio fa impazzire."

I due amanti si rivestirono e al solito diedero la buona notte alla signora.
Una volta soli Oana si rivolse ad Antonio e disse ridendo: "Sai secondo me Cecilia è interessata al tuo articolo..."
Antonio: "Ma che dici?"
Oana: "Hai visto come osservava il tuo cazzo? Chissà da quanto non lo prova più...
Certo è una signora e penso non lo chiederà mai."
E poi: "Ma tu la scoperesti?"
Antonio: "Oana ma che dici? Va bene che mi piacciono le mature ma ha 70 anni..."
Oana: "Beh magari riserva qualche sorpresa, metti che è molto brava, e secondo me se la merita di provare un'emozione così forte, ha avuto una vita molto infelice."
Antonio: "Presupponendo che lo vorrei, a te non farebbe problemi e guarderesti?"
Oana: "Nessun problema, anzi sinceramente sarei abbastanza incuriosita... E poi tu non hai limiti, mi hai insegnato che bisogna provare sempre nuove esperienze."
Antonio: "Non garantisco niente eh! E poi che fai glielo chiedi?"
Oana: "Ci penso io la prossima volta che lo faremo... Con lei c'è un rapporto di fiducia e amicizia reciproca da anni."

La circostanza si presentò la sera seguente, ormai Oana e Antonio erano abituati ad avere i loro rapporti amorosi di fronte a Cecilia.
La signora aveva appena fatto una doccia rilassante ed era seduta in accappatoio mentre Oana gli asciugava e pettinava la grigia chioma.
Antonio da fuori disse: "Quando avete fatto devo entrare un attimo in bagno."
Oana guardando Cecilia disse: "Ancora io un po' ho, lo faccio entrare signora?"
Cecilia sorridendo rispose: "Ma certo sciocchina, non mi sono scandalizzata finora a vedervi insieme figuriamoci se deve andare in bagno!"
Oana fece entrare Antonio che si abbassò i jeans e gli slip e iniziò a far pipì.
Cecilia era quasi indifferente.
Oana disse ad Antonio ancora nudo: "Vieni un attimo qua"
E scherzando puntò il phon sul membro di Antonio.
"Ehi che fai" disse Antonio.
Oana rispose: "Te lo asciugo io"
"Mmm e va bene!" disse Antonio avvicinandosi ancor più.
Oana riprese ad asciugarlo.
Cecilia commentò: "Antonio se posso complimentarmi è bello pure così a riposo."
Antonio ringraziò.
Oana allora disse: "Signora spero di non essere inopportuna ma se vuole aiutarmi ad asciugarlo meglio magari lo può tenere con la mano..."
Cecilia: "Non lo sei cara, beh non so però se ad Antonio va."
Antonio rispose che una mano faceva sempre piacere.
La signora guardando in faccia Antonio glielo prese in mano mentre Oana continuava con il tiepido getto d'aria.
Oana: "Sbaglio Antò o ti si sta rizzando?"
Antonio: "Beh sono un uomo e lo sai, non ci posso far nulla..."
Cecilia sorridendo: "Oh santo cielo sta diventando proprio duro e grande."
Oana prese la mano di Cecilia e l'accompagno simulando l'inizio di un atto masturbatorio.
Antonio chiuse gli occhi e disse: "Oh si così!"
Le due donne si guardarono e sorrisero in modo complice.
Oana lasciò la mano della signora che, presa dall'eccitazione di sentire quel duro cazzo in mano, continuò a massaggiare superlativamente.
Ormai il cazzo era in piena erezione e Antonio sempre ad occhi chiuse disse sfrontatamente: "Vorrei proprio sentire una bocca ora."
Cecilia guardò Oana come per cercare una risposta.
Oana con voce calda disse: "Se le va di provare signora..."
Cecilia si avvicinò apri la bocca e prese tra le sue labbra la larga cappella di Antonio.
Si mise a leccarlo per tutta la lunghezza.
Antonio iniziò a gemere.
Oana si avvicinò ad Antonio e, bagnatissima, iniziò a strusciarsi su Antonio e baciarlo in modo passionale.
Antonio aprì gli occhi, d'istinto prese la signora per la testa e gli spinse il cazzo più in fondo che poteva in bocca di Cecilia.
La "povera" donna quasi si strozzò ma continuò a succhiarlo sempre più vogliosamente.
Antonio tutto preso sfilò l'accappatoio a Cecilia ed iniziò a toccare quel corpo ormai non più fiorente.
"Andiamo in camera" disse Oana.
I tre furono d'accordo. Antonio finì di spogliarsi e anche Oana si denudò completamente.
Cecilia disse: "E' stata una bella e forte emozione grazie, ora posso divertire guardandovi."
Oana si rivolse a lei: "E se le emozioni non fossero finite? Le andrebbe di provare altro signora?"
Cecilia quasi stupita chiese cosa.
Oana questa volta si rivolse ad Antonio: "Dai giocate un po' voi..."
Antonio che aveva capito tutto si diede da fare.
Si mise ad accarezzare l'abbondante seno di Cecilia che si lasciò andare: "Si che bello!"
Antonio fece sentire tutta la sua erezione premendo con il cazzo nella pelosa fica.
"Ahh è proprio fantastico!" urlò Cecilia tirando all'indietro la testa.
Oana aveva iniziato a masturbarsi compulsivamente di fronte a quella scena, non aveva mai visto la signora perdere i propri freni inibitori in quel modo.
"Ora te lo faccio sentire per bene!" disse Antonio tutto infoiato.
Antonio sentendo la fica fradicia della signora non ci mise molto a penetrare quel buchino rimasto chiuso per lungo tempo.
Iniziò a scoparla con lenti movimenti mentre Cecilia ormai godeva con lunghi aaaaah.
Andò sempre più in profondità ma Cecilia non era certo abituata, tantomeno a quella circonferenza, urlò di dolore.
Oana disse: "Vacci piano Antò così gliela spacchi!"
Antonio provava un piacere enorme nel sentire quella fica stretta e bagnata, non smise, anzi continuò sempre più energicamente spingendo ancora mentre Oana con la passera grondante di umori si stava facendo deliziosamente leccare da Antonio.
Le urla di dolore si trasformarono in piacere, Cecilia ormai aveva la fica sfondata e dilatata.
Non avrebbe mai pensato di poter provare ancora un orgasmo, e che orgasmo!
Oana eccitatissima disse: "Dai vienigli addosso ora Antò!"
Antonio sfilò il cazzo pieno di umori dalla fica di Cecilia e finì di masturbarsi di fronte a lei: "Ahhh ti vengo in faccia! Sto per venire!" disse.
Dei caldi schizzi di sborra riempirono la faccia della signora che continuò ancora con versi di piacere.
Anche Oana venne, quella scena era memorabile.
Cecilia disse: "Oana ora capisco quello che provi ogni volta, Antonio ci sa proprio fare!
Ora sono sfinita, è stata una cosa davvero forte."
Oana: "Ne sono proprio contento signora, è stato bello vederla partecipe, ora la lasciamo riposare."
Come al solito i due ragazzi diedero la buona notte alla signora, quel perverso manage a trois si realizzò molte altre volte.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)