Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


L'iniziazione di Gemma parte 2
#1
Gemma, dopo aver scoperto il piacere della masturbazione, non poteva più farne a meno, ogni posto ed ogni momento era buono per sgrillettarsi.
Ma c'era anche un'altra cosa che non riusciva a togliersi dalla testa, quel "coso" duro di suo nonno massaggiato lungamente da Marisa.

Così presa da una certa curiosità di rivederlo Gemma un giorno entrò in bagno con una scusa mentre Lucio si stava facendo la doccia.
Gemma lo notò bene dal vetro completamente trasparente e Lucio non fece nulla per coprirsi, anzi notò che si stava indurendo, poi Gemma lasciò la stanza.

La sera stessa tutti e 3 erano in salotto a rilassarsi guardando un po' di tv, Gemma portava una corta e leggera vestaglietta color rosa.
Ad un certo punto fu colta da un'improvvisa e terribile voglia di darsi piacere, Marisa dalla posizione in cui era seduta non poteva vedere mentre Lucio se si girava leggermente si.
Decise di iniziare a toccarsi li seduta nel divano, alzando leggermente la vestaglietta fece scivolare agilmente la mano tra le sue cosce. Era una situazione pericolosa ed eccitante allo stesso tempo.
Sentì che era già bagnata e con le dita premette fino a spingerle dentro cercando di farlo in modo silenzioso, evidentemente Lucio sentì qualcosa e si girò.
Fece una faccia inizialmente sorpresa, non disse niente e continuò a guardarla.
Gemma non mostrò imbarazzo, ormai era presa e voleva godere ma non poteva certo farlo li di fronte ai suoi nonni.
Smise di toccarsi e decise di salutarli dandogli la buona notte per poi proseguire comodamente in camera sua.

Si tolse la vestaglietta, il reggiseno e slip facendoli cadere per terra e si mise così completamente nuda e libera sul letto, era vogliosissima.
Riprese a masturbarsi, ora più energicamente mentre con la mano sinistra si accarezzava il seno.
Aveva lasciato uno spiraglio aperto non chiudendo completamente la porta per via del caldo soffocante che faceva quella sera.
Ad un certo punto vide la porta aprirsi, era Lucio!
Entrò silenziosamente e balbettò qualcosa come per giustificarsi.
Gemma non ci fece molto peso, anzi continuò con disinvoltura a toccarsi di fronte a lui, il piacere era incredibile e non poteva fermarsi.
Lucio quasi estasiato rimase a guardare quel bellissimo corpo nudo e come si contorceva dal piacere.
Gemma vide la notevole erezione di Lucio che, come d'abitudine d'estate, indossava solo gli slip e gli disse come per rompere quel momento di imbarazzo: "se vuoi non ti trattenere nonno, tanto l'ho visto pure oggi al bagno!" e fece un sorriso.
Lucio, che stava letteralmente esplodendo, accolse felicemente quel "via libera" e abbassandosi gli slip iniziò a masturbarsi di fronte lei.
Gemma ora osservava da vicino quel pene ben eretto ed il forte eccitamento la fece gemere.

Lucio, dopo qualche minuto, sborrò copiosamente sul pavimento, era la prima volta che Gemma vedeva venire un uomo dal vero. Questa cosa la eccitò molto e vedere quel membro ancora duro e sgocciolare le provocò un intenso orgasmo, la sua fica grondava di umori.
Lucio le confessò sotto voce che era stato fantastico, poi disse che aveva fatto un casino per terra.
Gemma rispose di non preoccuparsi, avrebbe pulito lei.
Infine si salutarono dandosi la buona notte ma quella loro complicità continuò sempre allo stesso modo nei giorni successivi.
Una sera che si stavano dando piacere guardandosi a vicenda Gemma chiese a Lucio con aria fintamente ingenua: "ma tu e nonna... ancora vi divertite?"
Lucio rispose di si, che ancora amavano giocare.
Gemma allora gli confessò della notte che li aveva sentiti, era rimasta a guardare e da quel momento iniziò ad avvicinarsi al sesso e ad avere curiosità scoprendone poi i piaceri.
Gemma quindi confidò a Lucio che le sarebbe piaciuto molto poter vedere e magari assistere più da vicino di nuovo ad una situazione come quella.
Lucio allora confidò che anche se l'idea poteva essere un po' bizzarra gli sarebbe piaciuto ma prima sarebbe stato da capire cosa ne pensasse Marisa e non poteva certo raccontargli di questi loro momenti.
Gemma ebbe un'idea improvvisa e propose a Lucio di farsi scoprire una sera mentre si masturbava a letto e vedere la sua reazione.
Lucio la trovò una bella idea e la sera seguente invece di venire lui a dargli la buona
notte avrebbe fatto entrare Marisa con una scusa.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)