Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


La mia micetta
#1
Mi chiamo Loredana e mi sono trasferita a Perugia per frequentare l'università e nello specifico la facoltà di giurisprudenza.
Ho trovato un annuncio di una casa in affitto non tanto grande ma sufficiente per stare da sola e molto comoda in quanto vicino all'università.

Un martedì mattina ho preso appuntamento con la proprietaria, Angelica, una donna molto socievole e frizzante.
Dopo avermi fatto vedere l'appartamento ho deciso di prenderlo.
Angelica mi ha detto di aver fatto un'ottima scelta e sono rimasta un po' spiazzata quando mi ha detto: "Loredana, sei una ragazza molto carina e mi sei simpatica, per venirti incontro voglio proporti una cosa speciale. Non ho peli sulla lingua e ti dico in modo chiaro che sono lesbica. Tu mi piaci e volendo ci
sarebbe anche un altro modo di pagare l'affitto mensile..."
Io, anche se naturalmente avevo capito benissimo, le chiesi con aria ingenua quale.
Lei rispose: "Io vengo a trovarti qui una volta a settimana e facciamo del sesso e ti posso garantire che sarà fantastico con me, ti porterò all'apice del piacere."

Premetto che è una donna con molto fascino, qualsiasi uomo avrebbe sbavato vedendola!
Quei soldi risparmiati mi facevano molto comodo e pur non avendo attrazione fisica-sessuale per le donne ho pensato che si poteva fare, in fondo era una volta a settimana, magari mi sarei pure divertita.
Alla mia risposta mi fece un bel sorriso intrigante e senza perdere troppo tempo mi diede appuntamento per il pomeriggio del venerdì.

Il "fatidico" giorno arrivò. Io mi presentai nel modo migliore: avevo fatto una bella doccia ed ero tutta profumata, indossavo intimo sexy bianco.
Angelica suonò e la feci entrare, era vestita come una teenager, jeans alla moda e t-shirt aderente, notai che non indossava il reggiseno!

Per allentare la "tensione" iniziale ci bevemmo qualcosa e chiacchierammo un po'.
Angelica, curiosa, mi chiese se ero pronta e se avevo mai provato un'esperienza simile.
Le dissi si che ero pronta ma che non avevo mai fatto del sesso lesbo.
Lei mi tranquillizzò dicendo di fidarsi di lei e che una volta provato non me ne sarei pentita.
Poi con tono deciso mi disse che io da oggi ero la sua micetta!

Senza neanche il tempo di pensare o dire qualcosa mi prese delicatamente per i capelli e mi baciò in bocca.
Fu veramente passionale, potevo percepire tutta la sua carica sensuale, le nostre lingue giocavano e ci scambiavamo intensi sguardi.

Mi prese e quasi mi mise seduta nel divano li vicino, aveva capito che era lei che conduceva il gioco e la cosa non mi dispiaceva.

Si mise seduta a cavalcioni sopra di me, i nostri corpi iniziarono a strusciarsi e i nostri respiri si fecero sempre più profondi.
Ci baciammo ancora e quasi non realizzai che avevo le mani nel suo sedere, la palpai.
Lei mi disse: "brava gattina, stai andando bene. Lo vuoi un po' di latte?"
Risposi di si.
Velocemente si tolse la maglietta aderente, mi ritrovai quasi in faccia i suoi capezzoli, erano grandi e già turgidi.
Mi ordinò di leccarli e succhiarli, io senza esitare lo feci.
Quasi restai sorpresa di me stessa nel vedere che mi piaceva farlo e soprattutto vedere l'effetto che faceva ad Angelica.

Cariche di voglia ci trasferimmo nella camera da letto, ci baciammo ancora molto appassionatamente e ci spogliammo e mi fece i complimenti per il bel intimo sexy; lei non portava neanche le mutandine!

Subito ci ritrovammo nel letto, lei sentì come ero eccitata e mi disse: "Mmm mi piace come sei già bagnata, ora ti faccio godere."

Mi aprì le gambe e sentii le sue dita stimolarmi con meravigliosi movimenti il clitoride, iniziai a gemere.

Le sue dita scivolarono poco più giù e con l'indice ed il medio mi penetrò agevolmente, nel frattempo la sua lingua giocava sul mio clitoride. Gemetti più forte.
Vidi come tirò fuori le dita dalla mia vagina ormai completamente grondante di umori e deliziosamente si leccò le dita per assaporarli.
Poi infilò la lingua leccandomi anche internamente, ero quasi al culmine del piacere.
Mi penetrò nuovamente con le dita andando a toccare magicamente proprio li, sul punto G.
A questo punto mi stimolò sempre più energicamente mentre le dita dell'altra sua mano premevano sul mio clitoride.
Le dissi che stavo venendo e i miei abbondanti fluidi schizzarono, avevo squirtato.
Il letto era un lago ma in quel momento non me ne preoccupai, ero in estasi.
Angelica continuò a leccarmi ancora stupendamente assaggiando il mio orgasmo.

Ero appagata e lei mi disse che non era finita qui!
Si mise sopra di me a 69, avevo il suo triangolino ben depilato di fronte a me.
Mi lasciai andare e la leccai, il sapore non mi dispiaceva. Lei mi disse "brava così micetta, ancora" e nel frattempo aveva ripreso a masturbarmi e leccarmi, era veramente instancabile e insaziabile!

La sentii sempre più bagnata e Angelica quasi mi ordinò di leccargli l'altro buchetto.
Lo feci senza esitare. La mia lingua esplorava la sua zona anale e lei ne godeva. Mi disse "Bene dentro". Lo feci, la penetrai con la mia lingua, intanto avevo iniziato a godere nuovamente.
Mentre mi leccava sentii le sue dita penetrarmi analmente, intanto la mia lingua scorreva dal suo culetto fino alla vagina e viceversa di continuo.
Poi mi disse: "Hai mai provato il fisting Lory?" Le risposi di no ma che ero bella pronta, volevo giocare senza limiti.

Sentii prima due, poi tre dita entrare nella mia bagnata caverna, lei mi disse di fare altrettanto e penetrai la sua vagina. Mi disse: "Ora quattro." Anche il mignolo entrò abbastanza agevolmente e io feci lo stesso. Gememmo sempre più forte.
Lei disse: "brava micetta, ora tutta la mano!". Mancava solo il pollice, lo infilammo e spingemmo a fondo fino quando pian piano la mano era tutta dentro.
La sensazione di "pienezza" era fantastica, urlammo di piacere.
La muovemmo all'interno per poi in parte farla uscire e rientrare, penetrandoci in modo estremo, eravamo un fiume di umori. Giocammo a lungo così.
Angelica aveva ripreso a penetrarmi con due-tre dita il mio culetto e la sentivo spingere verso la vagina, le due mani si "sentivano" e la sensazione era unica.
Mi disse di penetrarla in modo completo con la mano nel suo ano.
Rimasi un po' sorpresa ma evidentemente aveva esperienza.
Tolsi la mano dalla sua vagina, era completamente bagnata, Angelica mi disse di leccare tutte le mie dita da brava micetta, lo feci diligentemente.

Leccai ancora un po' il suo culetto per poi penetrarla, le mie dita entrarono pian piano una ad una. Mi disse con la voce urlante di piacere di spingerla ben dentro e di scoparla.
Wow ora avevo tutta la mia mano dentro mentre allo stesso tempo le leccavo vogliosamente la fica.
Venimmo quasi insieme, io per la seconda volta, e anche questo orgasmo fu molto intenso.
Lei pure venne alla grande, il suo nettare gocciolò in modo copioso all'interno della mia bocca, ingoiai tutto, era divino.

Poi tutte sudate facemmo la doccia insieme, ci toccammo, strusciammo e baciammo ancora un po'.
Quindi ci rivestimmo e mi chiese com'era stato.
Ammisi che aveva ragione, non avevo mai goduto così tanto prima d'ora.
Eravamo stanche ma appagate, mi salutò facendomi l'occhiolino e dandomi appuntamento alla prossima settimana, chissà questa volta cosa mi aspettava!
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)