Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


Quel giovane straniero
#1
Mi chiamo Aurora, ho quasi 60 anni e un bel sabato d'estate come d'abitudine sono stata con la mia famiglia al mare nello stabilimento dove andiamo ormai da tempo.

I miei figli Mirko e Sofia hanno rispettivamente 15 e 13 anni, poi c'è mio marito Paolo che ha 65 anni.
La nostra relazione è sempre andata bene, ci amiamo molto e siamo sposati da tanti anni.

Loro stavano giocando tutti e tre insieme dentro l'acqua mentre io mi stavo rilassando nel lettino a prendere il sole.
Ad un certo punto notai un bel giovane ragazzo dai capelli corti biondi e occhi chiari che era distante qualche metro e mi stava guardando.

Aveva un bel fisico tonico e non potevo credere stesse guardando proprio me.
Ciò ovviamente mi lusingava molto, è vero che comunque mi piace mantenermi bene fisicamente.

Ci scambiammo intensi sguardi, anche quando i miei figli e mio marito erano usciti dall'acqua.
Non avevo mai tradito Paolo e avuto delle avventure, ma questa improvvisa situazione mi eccitò molto.

Così per vedere la sua reazione nel caso non ci fosse stato Paolo ne approfittai per dire a mio marito che portavo Mirko e Sofia a giocare li vicino dove ci sono delle strutture d'intrattenimento.
Mentre camminavo mi accorsi che dietro di me il ragazzo mi stava seguendo.

Una volta arrivati ai giochi desideravo ardentemente rimanere solo con lui.
Così mi raccomandai con i miei figli di rimanere un attimo li a giocare e non muoversi mentre sarei andata al bar.
Mi diressi in realtà verso le cabine, avevo le chiavi con me, lui ovviamente continuò a seguirmi.

Aprii ed entrai lasciando la porta aperta, in un attimo me lo ritrovai di fronte.
Con un italiano non perfetto mi disse solo che si chiamava Alex, veniva dalla Svezia, era in vacanza qui e che era attratto dalle donne italiane molto mature.

Non servivano altre parole, accesi la luce e chiusi la porta a chiave.
Ci baciammo appassionatamente con la lingua, i respiri erano affannosi e profondi.
Sentii la sua prorompente erezione, non resistetti e lo toccai proprio li, era bello duro!

Lui affogò la sua faccia tra le mie tette ed iniziò a baciarmele, quindi mi slacciò il pezzo di sopra del bikini e come deliziato dalla visione si mise a succhiarmi i capezzoli.
Io già provavo un grande piacere ed infilai la mano dentro i suoi aderenti slip per sentirlo meglio, aveva un cazzo fantastico.

C'era poco tempo e lo volevo sfruttare al massimo, così gli tolsi gli slip e mi chinai per accoglierlo nella mia bocca. Glielo leccai tutto, comprese le palle che erano ben depilate, in quel momento lo sentii in mio possesso.
Glielo succhiai vogliosamente e lui iniziò a gemere dal piacere.

Poco dopo mi fermai, non volevo farlo venire così, volevo sentirlo dentro me.
Così mi tolsi anche gli slip e lui iniziò subito a giocare con le sue dita e bocca nel mio triangolino peloso.
Ero già molto bagnata e sarei stata ore a farmi masturbare dalle sue dita.
Quando leccò la mia fica matura raggiunsi l'apice del piacere e venni intensamente, i miei abbondanti fluidi gli "lavarono" completamente la faccia.

Ovviamente non ero sazia, volevo provare ancora piacere, gli dissi di scoparmi per bene.
Lo feci distendere per terra e mi sedetti sopra di lui dandogli le spalle, adoro prenderlo in questa posizione ed avere il controllo.
Mentre mi penetrava gli davo ancor più piacere massaggiandogli le palle e la sua zona anale.
Come uno stantuffo andava incessantemente su e giù, desideravo essere riempita del suo sperma.
Entrambi godemmo ancora molto e poco dopo sentii il suo caldo liquido dentro la mia fica.

Mi tolsi dal suo membro e feci colare lo sperma sulla mia mano per poi assaggiarla vogliosamente, era buonissima.
Ci rivestimmo velocemente, lo ringraziai del gran sesso e lo salutai ritornando dai miei figli.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)