Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


Rossella la porcella parte 1
#1
Rossella è la tipica ragazza che tutti i maschi vogliosi vorrebbero conoscere.
Fisico mozzafiato, bionda dagli occhi verdi-azzurri, trentenne single, segretaria in un'azienda di informatica a Bologna, vive da sola in un bel appartamento in centro.
E' sessualmente libera e disinibita, appena trova un uomo che gli piace non perde occasione per farselo, poco importa se sia single o impegnato.
Le sue amiche, a cui racconta sempre tutto nei dettagli, la definiscono una vera ninfomane.

La situazione spesso nasce non programmata e questa cosa le piace molto.
Rossella naturalmente ci mette molto del suo per attirare gli uomini: atteggiamenti e vestiti provocanti, sempre ben profumata e truccata.

Ad esempio una sera era rientrata a casa tardi causa molto lavoro e stanca decise di ordinare una pizza, poi si fiondò sotto la doccia per rilassarsi e rigenerarsi un attimo.
Dopo circa 15 minuti suonò il campanello, Rossella aveva appena terminato di farsi la doccia e andò ad aprire indossando una accappatoio bianco.
Un ragazzo con gli occhiali dall'aria timida si presentò alla porta con il cartone della pizza in mano, avrà avuto 20 anni; Rossella lo invitò un attimo ad entrare mentre cercava i soldi.
Chiese quanto era, il ragazzo rispose in modo educato: "15 signora, grazie".
Ritornando con i soldi e facendo uno sguardo ammaliante Rossella si rivolse a lui in modo deciso: "Sei molto gentile, comunque puoi chiamarmi con il mio nome, Rossella, e tu come ti chiami?".
Il ragazzo si chiamava Ludovico.
Rossella, avvicinandosi e scostando l'accappatoio per far intravedere di proposito il prosperoso seno gli disse: "Che bel nome, originale."
Vide che Ludovico stava iniziando a sudare, ma non era l'unica cosa che si notava. Si poteva chiaramente vedere la forma della verga che velocemente era diventata dura.
Rossella sorridendo disse: "allora immagino devi ritornare al lavoro, se potevi fermarti..."
Il ragazzo capì l'opportunità e non si fece pregare 2 volte, rivolgendosi a lei disse: "dammi un attimo che faccio una telefonata".
Mentre Ludovico si allontanò Rossella prontamente chiuse la porta di casa e si tolse l'accappatoio rimanendo completamente nuda.
Il ragazzo ritornando verso l'entrata stava per dire qualcosa quando, vedendola così, si bloccò per un attimo sorpreso.
Rossella con disinvoltura disse: "allora, vuoi fare del sesso con me?"
Ludovico ammirando lo splendido corpo di lei rispose euforico che era prontissimo.
Rossella disse di seguirlo.
Ludovico era sempre più voglioso, ammirava quelle natiche ben sode guardandola camminare davanti a lui.
Tra l'altro Rossella era una ragazza molto sportiva, andava spesso in palestra e piscina.

Lo portò in camera da letto, lei volle sentire subito la sua erezione, si baciarono con calda passione.
Ludovico si spogliò immediatamente, sfoggiando un bel fisico ed un arnese dalle misure più che soddisfacenti per Rossella.
Il ragazzo, seppur giovane, ci sapeva fare come un uomo esperto, rivolse subito le sue attenzioni al piacere di Rossella masturbandola e leccandola con molta dedizione.
Rossella invocò Dio ben 10 volte prima di esplodere in un orgasmo molto bagnato.
Ludovico con il cazzo ormai in tiro da quando Rossella aveva avuto quell'atteggiamento provocante desiderava ardentemente penetrarla.
Anche Rossella voleva sentirlo dentro di lei e si mise sopra di lui cavalcando selvaggiamente il suo membro ben duro.
Ludovico stava godendo da matti, ancor più eccitato nel vedere come Rossella si muoveva su e giù velocemente come uno stantuffo.
I suoi capezzoli turgidi ballavano e Ludovico li stimolava deliziosamente con le sue mani.
Fu del sesso intenso, il ragazzo spingeva come un forsennato.
Rossella poi gli chiese: "vuoi scoparmi in culo?"
Ludovico non se lo fece ripetere due volte.
Rossella si mise a carponi, Ludovico la penetrò pian piano fino in profondità, infilando il suo cazzo durissimo in mezzo a quelle chiappe fantastiche.
Rossella mentre stava godendo alla grande disse a Ludovico di venirgli dentro, voleva essere riempita della calda sborra.
Ludovico dopo qualche altra decisa spinta venne urlando per il piacere.
Ciò provocò un altro violento orgasmo a Rossella, la sua fica era grondante di umori.
Ludovico si era accorto che si era fatto tardi, doveva rientrare al lavoro, si rivestì velocemente e disse che era stata una delle sue scopate migliori.
Rossella lo pagò e salutandolo ammiccando disse: "Di al tuo capo che sono rimasta molto soddisfatta dell'eccellente servizio."
Si godette quindi l'ottima pizza con un bel bicchiere di birra fresca per poi crollare nel divano guardando un po' di tv.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)