Questo forum usa i cookies
Questo forum utilizza i cookies per memorizzare le informazioni se sei registrato e l'ultima visita se non lo sei. I cookies sono piccoli files testuali che vengono memorizzati in locale e tengono anche traccia dei thread letti e quando sono stati letti l'ultima volta. Scegliere se si vuole accettare o meno i cookies.

Un cookie sarà memorizzato nel tuo browser per memorizzare la preferenza ed evitare che venga richiesto nuovamente. Puoi cambiare le impostazioni dei cookies in qualunque momento utilizzando il link presente in fondo al forum.

leaderboard


Tresca incestuosa parte 2
#1
Qualche giorno dopo Lavinia rivide suo zio, erano in macchina da soli e parlarono dell'episodio.
Lavinia: "zio ti posso confidare una cosa?"
Alberto: "Ma si certo dimmi"
Lavinia: "Per me è stata un'esperienza super e non nascondo che lo rifarei ancora. Questi giorni mi sono masturbata spesso pensandoci"
Alberto: "Pure per me è stato incredibile e meglio non ci penso se no..."
Lavinia: "Se no?"
Alberto: "Insomma puoi immaginare, non so se riuscirei a controllarmi"
Lavinia: "Siamo adulti e consenzienti, se ci va credo dovremmo lasciarci andare ai nostri istinti, e poi come dico sempre io si vive una volta sola, e non voglio che sia fatta di rimpianti"

Mentre lo diceva Lavinia appoggiò una mano nella coscia di Alberto accarezzando sensualmente e gli disse che poteva fare altrettanto.
Lavinia indossava una gonna a jeans non troppo lunga e delle calze nere, sopra una maglietta sempre a jeans abbastanza scollata.
Alberto: "Ah Lavinia che mi fai fare, tu sei una vera bomba sexy, giovane, come posso dire di no... però mi raccomando massima riservatezza ed attenzione!"
Lavinia: "Ma certo zio! Io ho già una voglia..."

Lavinia salì con la mano più in su fino a sentire il cazzo di Alberto che era già ben eretto.
Alberto fece altrettanto, cacciò la mano tra le gambe di Lavinia e sentì come le mutandine erano umide.
Lavinia presa dall'eccitazione non si era accorta che erano arrivati, purtroppo doveva salutare suo zio sul più bello.
Strizzando l'occhio gli disse: "Ah sabato veniamo a cena da voi e posso rimanere a dormire come ho fatto già altre volte, domenica non ho lezioni e poi adoro la colazione che prepara zia."
Alberto disse che era una bella idea e lo avrebbe riferito a Clara.

Il sabato sera Lavinia ed i suoi genitori andarono a casa di Alberto e Clara, per l'occasione aveva preparato un'abbondante cena.
Ogni tanto Lavinia lanciava qualche sguardo malizioso a suo zio.
Alberto fremeva pensando a ciò che sarebbe potuto accadere dopo.
I genitori di Lavinia ringraziarono per la gustosa cena e si congedarono.
Mentre Clara era intenta a sistemare in cucina Alberto e Lavinia erano in salotto a vedere un po' di tv.
Lavinia sussurrò ad Alberto: "che fai vieni a trovarmi dopo in camera? Ho una bella sorpresa..."
Alberto disse che era molto curioso e che l'avrebbe sicuramente raggiunta appena Clara si fosse addormentata in modo profondo.
Videro tutti insieme un po' di tv poi Lavinia diede la buonanotte agli zii e si diresse verso la camera degli ospiti dove dormiva ogni volta che si fermava da loro.

Clara rivolgendosi a suo marito gli chiese: "Che fai non vieni a dormire tu?"
Alberto rispose: "Tranquilla vai, finisco di guardare questo programma e poi ti raggiungo"
Alberto aspettò un po' di tempo poi avendo cura di non fare rumori si accertò se Clara stesse dormendo, entrò in camera da letto e sentì che Clara russava beatamente.
Raggiunse quindi la camera dov'era Lavinia e bussò, la porta era socchiusa.
Una voce calda e soft disse: "Zio? Entra..."
Alberto entrò avendo premura di socchiudere nuovamente la porta, Lavinia era già sotto le coperte.
Poi timidamente chiese: "Allora si può vedere questa sorpresa che dicevi?"
Lavinia tolse le coperte, indossava solo un reggiseno a balconcino e degli slip molto sexy.
Alberto disse: "wow che corpo sei proprio fantastica!"
Lavinia "E non è finita qui..."
Alberto: "Che altro c'è?"
Lavinia: "Lo scoprirai tra poco"

Alberto non perse tempo, si spogliò completamente e raggiunse Lavinia sul letto.
Lavinia: "zio ti desidero tanto!"
Alberto iniziò a toccare e baciare con molta passione ogni parte del corpo di Lavinia poi le sussurrò: "Lo sai che io adoro fare il sesso orale?"
Lavinia con un'espressione piacevolmente sorpresa disse: "Davvero zio? Mio Dio a me fa impazzire ma i ragazzi con cui sono stata non amano molto farlo!"
Alberto senza aggiungere altro abbassò gli slip di Lavinia e scoprì l'altra sorpresa, la potta era completamente depilata.
Lavinia sempre sottovoce: "Ti piace così?"
Alberto: "Oh ci starei le ore, è deliziosa!"
Si mise a leccarla facendo godere fino allo spasmo Lavinia che cercava di trattenere i gemiti per non svegliare zia Clara.
Lavinia eccitata al massimo disse: "Ora però tocca a me zio, è da quando ho visto il tuo cazzo l'altra volta che ho voglia di sentirlo"
I due si invertirono.
Ora Alberto era disteso e Lavinia gli stava succhiando il cazzo duro.
Lo prese tutto in bocca facendolo impazzire, Alberto: "Mio Dio quanto godo, sei bravissima"
Lavinia: "Mi piace molto fare i pompini zio e poi hai proprio un bel cazzo"
Alberto: "Per fortuna tua zia dorme, penso che se entrasse e vedesse una scena simile gli prenderebbe un colpo!"
Lavinia si mise a ridacchiare, poi chiese ad Alberto: "Abbiamo fatto 30 facciamo 31..."
Alberto che ormai aveva perso ogni inibizione e si trovava a suo agio: "Ti va di scopare?"
Lavinia determinata: "Si lo voglio sentire dentro!"
Alberto chiese: "ti piace a pecorina?"
Lavinia: "Zio è come se lo facessimo da tempo, è una delle mie posizioni preferite"
Lavinia quindi si mise a carponi, aveva un culetto fantastico.
Alberto penetrò la fica ormai bagnatissima di Lavinia.
Spinse in profondità in modo deciso, ad ogni colpo di bacino Lavinia godeva con lunghi "Ahhh".
Alberto disse che stava per godere, Lavinia lo tranquillizzò dicendo che prendeva la pillola e lo pregò di venire dentro.
Alberto al culmine dell'eccitazione gli disse: "Che gran porca che sei!"
Lavinia: "Si zio lo sono tanto!"
Un fiume di caldo sperma riempì la fica fradicia di Lavinia che godette nello stesso momento sgrillettandosi il clitoride.
Lavinia: "Che gran chiavata!"

Entrambi era sazi e stanchi. Alberto si rivestì e diede un affettuoso bacio sulla guanciadi Lavinia.
Lavinia prima di andare a lavarsi e addormentarsi stette ancora un po' nuda sul letto con la piacevole sensazione di sentire dentro di se la sborra di suo zio.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)